Damiano dei Maneskin sostiene un rifugio di gatti colpito da un incendio

Il frontman del gruppo italiano ha scelto di aiutare l’Oasi Felina di Pianoro distrutta dalle fiamme lo scorso ottobre

Damiano David, il frontman dei Maneskin, ha deciso di sostenere l’Oasi Felina di Pianoro nel bolognese; la struttura che lo scorso ottobre era stata distrutta dalle fiamme. Nella notte tra il 13 e il 14 ottobre scorsi, il rifugio che ospita tanti gatti randagi del posto è stato divorato dal fuoco; un incendio che, purtroppo, ha fatto anche otto vittime tra i mici. Dopo il drammatico episodio i volontari della struttura si sono subito mossi per ricostruire ciò che era andato perso; tanti i volti noti che hanno fornito il loro contributo.

Damiano dei Maneskin sostiene un rifugio di gatti colpito da un incendio

Il messaggio di Damiano dei Maneskin

Sulle pagine social dell’Oasi Felina di Pianoro è comparso nelle ore scorse un post in cui si legge: “Appena abbiamo visto quello che era successo io e la mia compagna abbiamo subito deciso di aiutarvi. Siamo noi stessi proprietari di due gatti e non possiamo immaginare la sofferenza che avete passato. Era il minimo che potessimo fare e ci farebbe molto piacere venire a trovarvi al rifugio“. Ad inviare questo messaggio all’Oasi proprio Damiano dei Maneskin.

Questo messaggio risulta speciale perché ad inviarlo è stato un ragazzo conosciuto in tutto il mondo; un “giovane ragazzo dall’animo nobile e sensibile, che tra i suoi mille impegni ha saputo trovare il tempo e il modo per starci vicino e di farci commuovere“. Il post dell’Oasi felina si conclude così: “Grazie Damiano, vi aspettiamo in Oasi“. Tante sono le persone che si sono impegnate in questo periodo per aiutare la struttura; lo scopo, condiviso da tanti, è quello di ridare una casa a tanti mici rimasti in strada. La gara di solidarietà era partita a poche ore dall’incendio devastante; a partecipare anche il Bologna calcio e altri vip, a cui oggi si aggiunge anche Damiano dei Maneskin.

Il drammatico incendio

L’incendio spaventoso ha colpito la struttura di Pianoro nel bolognese nella notte tra il 13 e il 14 ottobre scorsi; la maggior parte dei mici ospitati nell’Oasi Felina erano riusciti a scappare; ma presso l’infermeria, il luogo più colpito dalle fiamme, otto felini non hanno trovato via di fuga. Secondo i primi accertamenti effettuati da parte dei Carabinieri e dei Vigili del Fuoco, l’incendio sarebbe scaturito per cause accidentali; con probabilità a scatenare le fiamme un cortocircuito partito da un tappetino riscaldato.

I gestori dell’Oasi Felina avevano spiegato, inoltre, che dalle telecamere di videosorveglianza non era risultato alcun atto vandalico. I danni erano risultati ingenti; strumenti e apparecchiature, comprate o donate, completamente distrutte. I responsabili e i volontari della struttura, gestita dall’associazione Una zampa sul Cuore, hanno messo subito in atto una rete per ricostruire tutto quello che è andato perso; inoltre l’Oasi Felina, attraverso il sito internet dell’associazione, aveva lanciato un appello per salvare tutti i mici.

LEGGI ANCHE: Dog Heroes ed Edoardo Stoppa lanciano il programma ‘Adoption’ a favore dei cani nei canili

Cultura, Ambiente & Pets

Messinese trasferita a Roma per gli studi prima in Scienze della Comunicazione Sociale presso l'Università Pontificia Salesiana, con una tesi su "Coco Chanel e la rivoluzione negli abiti femminili", poi per la specializzazione in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo alla Sapienza. Collabora con l'Agenzia ErregiMedia, curando rassegne stampa nel settore dei rally e dell'automobilismo. La sue passioni più grandi sono la scrittura, la moda e la cultura.
Responsabile dei blog di VelvetMAG: VelvetPets (www.velvetpets.it) sulle curiosità del mondo animale e di BIOPIANETA (www.biopianeta.it) sui temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità.