NewsPrimo Piano

Incendio all’Oasi Felina di Pianoro: le fiamme hanno fatto otto vittime tra i gatti

Un vero dramma ha colpito la struttura che ospita i mici nel bolognese, la richiesta d'aiuto per ricostruire il luogo adesso è rivolta a tutti

Molti sono riuscita a scappare, ma per otto dei mici ospitati nell’Oasi Felina di Pianoro non c’è stato nulla da fare: le fiamme hanno avuto la meglio sui poveri gatti. È un vero dramma quello che si è abbattuto nelle ore scorse presso la struttura in provincia di Bologna, un incendio divampato improvvisamente ha distrutto quasi totalmente il rifugio felino, causando anche delle vittime.

Il giorno più brutto nella storia dell’Oasi Felina di Pianoro“, così inizia il post su Facebook della pagina ufficiale del gattile; lo staff della struttura di via Fondovalle Savena, sul primo Appennino bolognese, ha voluto rendere noto sui social i dettagli della tragedia che ha praticamente distrutto il rifugio per gatti nella notte tra il 13 e il 14 ottobre scorsi.

I danni dell’incendio all’Oasi Felina

Un incendio spaventoso che in breve tempo ha avvolto la struttura non lasciando scampo ad otto dei mici ricoverati presso l’Oasi Felina di Pianoro. La maggior parte dei gatti sono riusciti a fuggire spaventati dal fuoco; ma presso l’infermeria, il luogo più colpito dalle fiamme, otto felini non hanno trovato via di fuga. Secondo i primi accertamenti effettuati da parte dei Carabinieri e dei Vigili del Fuoco, l’incendio sarebbe scaturito per cause accidentali; con probabilità a scatenare le fiamme un cortocircuito partito da un tappetino riscaldato.

I gestori dell’Oasi Felina spiegano che dalle telecamere di videosorveglianza non risulta nessun atto vandalico; un incidente, dunque, ma dalla portata catastrofica. I danni alla struttura, infatti, sono ingenti; strumenti e apparecchiature, comprate o donate, completamente distrutte. Diversi dei mici scappati, inoltre, risultano ancora dispersi, altri sono già tornati in cerca di cibo. I responsabili e i volontari della struttura, gestita dall’associazione Una zampa sul Cuore, hanno già messo in mezzo le forze per ripristinare l’Oasi; tuttavia, il contributo da parte di chiunque voglia sostenere l’associazione con una donazione è accetto e desiderato. L’Oasi Felina, attraverso il sito internet dell’associazione, ha infatti lanciato un appello per chiunque si senta desideroso di sostenere il progetto di ricostruzione del rifugio per gatti.

LEGGI ANCHE: Caccia al Trofeo: la pratica che tanti considerano immorale

Francesca Perrone

Cultura, Ambiente & Pets Messinese trasferita a Roma per gli studi prima in Scienze della Comunicazione Sociale presso l'Università Pontificia Salesiana, con una tesi su "Coco Chanel e la rivoluzione negli abiti femminili", poi per la specializzazione in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo alla Sapienza. Collabora con l'Agenzia ErregiMedia, curando rassegne stampa nel settore dei rally e dell'automobilismo. La sue passioni più grandi sono la scrittura, la moda e la cultura. Responsabile dei blog di VelvetMAG: VelvetPets (www.velvetpets.it) sulle curiosità del mondo animale e di BIOPIANETA (www.biopianeta.it) sui temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità.
Back to top button
Privacy