Collare antipulci: si può posizionare anche lontano dal collo dell’animale, ecco dove

Un metodo per proteggere i cani e i gatti anche non facendo indossare necessariamente l’accessorio

Proteggere cani e gatti da zanzare e altri parassiti fastidiosi (se non pericolosi) è indispensabile. Il collare antipulci è un ottimo rimedio, ma è possibile posizionare l’accessorio anche lontano dal collo degli animali. La cosa interessante è che, seppur in una posizione diversa, l’oggetto continuerà a svolgere la sua funzione.

Collare antipulci: si può posizionare anche lontano dal collo dell’animale, ecco dove

La cura dei pets è una responsabilità che ciascuno proprietario deve costantemente tenere a mente. Proteggere cani e gatti da parassiti, pulci e zanzare è importante per evitare il diffondersi di malattie che potrebbero anche risultare pericolose per gli animali.

collare antipulci cane e gatto

Il collare antipulci è un rimedio indispensabile per salvaguardare la salute dei pets e, secondo il parere di un esperto, esso può svolgere la sua funzione, anche a favore di altri esseri viventi, persino quando non è indossato dall’animale in questione.

Come utilizzare il collare antipulci in alternativa

Con l’arrivo dell’estate il diffondersi di parassiti e insetti, che possono risultare dannosi per la salute di animali e piante, trova clima più fertile e propizio alla diffusione e al proliferare. Tanti giovani o adulti parassiti, infatti, possono essere veicoli per agenti patogeni che, in alcuni casi, potrebbero persino risultare letali. Proprio per questo motivo è necessario proteggere cani e gatti, per evitare che pulci o zanzare possano contagiare il pet e causare il diffondersi di malattie anche relativamente gravi. Se il collare antipulci è uno dei rimedi più diffusi ed efficaci, esistono anche altri antiparassitari destinati a proteggere le diverse creature. Spray, creme e pipette sono tra le più comuni alternative, ma pare che il collare resti sempre il rimedio più diffuso.

collare antipulci gatto

Come riferisce il sito Amoreaquattrozampe, un esperto di piante avrebbe suggerito un modo singolare, ma altrettanto efficace, di utilizzare il collare antipulci. Sembrerebbe, infatti, che tenere l’accessorio per cani e gatti attorno ad un vaso allontani gli insetti senza però ucciderli; questo permetterebbe di tenere lontani i parassiti dalle piante e allo stesso tempo di allontanare gli insetti e i parassiti dalle case in cui vivono animali. Ovviamente è necessario specificare che in questo modo l’effetto sui cani e i gatti non è paragonabile all’efficacia che il collare svolge quando è indossato dall’animale (unica alternativa per proteggere il singolo pet). Ma l’informazione può risultare necessaria, qualora si cerchi un metodo alternativo e utile per proteggere le piante anche nelle abitazioni in cui non vive un pet. Quindi, se per gli esseri umani è dannoso, per altri esseri viventi il collare antipulci potrebbe essere altrettanto ‘salvifico’.

collare antipulci cane

Cultura, Ambiente & Pets

Messinese trasferita a Roma per gli studi prima in Scienze della Comunicazione Sociale presso l'Università Pontificia Salesiana, con una tesi su "Coco Chanel e la rivoluzione negli abiti femminili", poi per la specializzazione in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo alla Sapienza. Collabora con l'Agenzia ErregiMedia, curando rassegne stampa nel settore dei rally e dell'automobilismo. La sue passioni più grandi sono la scrittura, la moda e la cultura.
Responsabile dei blog di VelvetMAG: VelvetPets (www.velvetpets.it) sulle curiosità del mondo animale e di BIOPIANETA (www.biopianeta.it) sui temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità.