I cani della Regina Elisabetta: non solo Corgi a Corte

La Sovrana d’Inghilterra ha una passione per i quattro zampe con i quali condivide molti momenti della sua vita

La passione della Regina Elisabetta II per i cani Corgi è, ormai, ben nota; tuttavia a stupire tutti ci pensa l’ultimo arrivato a Corte. Il quattro zampe che Sua Maestà ha, infatti, deciso di adottare lo scorso febbraio non appartiene alla solita razza amata dalla Sovrana inglese.

I cani della Regina Elisabetta: non solo Corgi a Corte

Che la Regina d’Inghilterra nutra una profonda passione per gli animali è ormai una notizia più che diffusa; tra i quattro zampe preferiti da Elisabetta II spiccano, senza dubbio, i Corgi e i Dorgi (quest’ultima una vera razza reale nata dall’unione di un Corgi e un Bassotto). Tuttavia, Sua Maestà ha deciso di rompere la tradizione e accogliere tra le ‘sue grazie reali’ un cane di un’altra pregiata razza.

L’ultimo arrivato a quattro zampe si chiama Lissy (proprio in onore della Regina Elisabetta); il suo arrivo ha sorpreso tutti, non solo per la sua razza diversa da quella prescelta dalla Sovrana inglese, ma anche perché ha rappresentato una svolta nella vita di Sua Maestà. La Regina Elisabetta, infatti, aveva deciso di non adottare più cani dopo la morte di Fergus il suo cucciolo ‘reale’.

I Corgi e Dorgi

Nel lungo regno di Elisabetta II (che quest’anno celebra il suo giubileo di diamanti) la tradizione dei cani Corgi e Dorgi nasce quasi dagli albori; oggi queste due razze cono riconosciute come i ‘cani della Regina‘ e nel corso della sua vita (96 anni il prossimo 21 aprile 2022) la Sovrana ha vissuto con circa trenta quattro zampe di questa razza. Fu Re Giorgio VI, padre di Elisabetta II, a regalarle il suo primo Corgi alla figlia; e il ‘patriarca’ di questa dinastia di quattro zampe, che a dire il vero era una femmina, fu chiamato dalla Regina Susan. Da quel momento la Sovrana inglese non ha mai smesso di prendersi cura dei suoi cani.

cane corgi

Per quanto riguarda il Dorgi, invece, si tratta di un vero e proprio ‘cane reale’; nato da un incrocio tra un Corgi e un Bassotto, fu proprio la Regina Elisabetta a dare vita al primo allevamento di questa razza. Sua Maestà, che nutre una passione smisurata per gli animali (ricordiamo che si tratta, infatti, anche di un’abile cavallerizza), non si separa facilmente dai suoi cani; i quattro zampe, infatti, dormono nella sua stanza in grandi ceste in vimini dai bordi alti per evitare che si possano raffreddare la notte. Inoltre, sia a Buckingham Palace che nelle altre residenze reali è sempre presente uno staff addetto alla cura dei cani, con un chef che si occupa dei pasti.

Il nuovo cane della Regina Elisabetta

A ‘rompere’ il filo dinastico che vede accanto a Sua Maestà solo ed esclusivamente cani di razza Corgi o Dorgi è arrivata Lissy. Si tratta di una cagnetta di quattro anni ed è una splendida esemplare di Cocker Spaniel. Lissy, che arriva dopo la rottura dell’auto-divieto che la Regina si era imposta di non adottare più cani, fa compagnia ai due Corgi e il Dorgi che gironzolano per i giardini reali. Possiamo definire i cani della Sovrana inglese, come dei veri e propri membri della Corte e non è raro vederli anche in occasioni e cerimonie non proprio informali.

cane Cocker Spaniel

Lissy, che ha recentemente varcato le soglie del Palazzo, è reduce della vittorianKennel Club Cocker Spaniel Championship; si tratta di una gara canina che si tiene nel Windsor Great Park e con la sua vittoria, Lissy è diventata il primo cane da caccia premiato della Famiglia Reale. Lissy sembra entrata, immediatamente, nel cuore di Sua Maestà, tanto da seguirla ovunque, anche durante il trasferimento temporaneo a Sandringham, la tenuta della contea del Norfolk dove la regina ha celebrato in privato il 70° anniversario dell’ascesa al trono inglese. Non è da escludere che la passione per i Cocker Spaniel sia stata trasmessa alla Regina Elisabetta dai nipotini George, Charlotte e Louis di Cambridge; Lissy, infatti non è il primo Cocker Spaniel della famiglia reale. I duchi di Cambridge, Kate e William, ne avevano, di recente, ricevuto in dono un esemplare da parte James Middleton fratello della duchessa.

LEGGI ANCHE: La lettera di Brigitte Bardot ad Éric Zemmour: “Scioccata per le vostre parole

Cultura, Ambiente & Pets

Messinese trasferita a Roma per gli studi prima in Scienze della Comunicazione Sociale presso l'Università Pontificia Salesiana, con una tesi su "Coco Chanel e la rivoluzione negli abiti femminili", poi per la specializzazione in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo alla Sapienza. Collabora con l'Agenzia ErregiMedia, curando rassegne stampa nel settore dei rally e dell'automobilismo. La sue passioni più grandi sono la scrittura, la moda e la cultura.
Responsabile dei blog di VelvetMAG: VelvetPets (www.velvetpets.it) sulle curiosità del mondo animale e di BIOPIANETA (www.biopianeta.it) sui temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità.