CuriositàPrimo Piano

Campagna AIDAA contro i botti di Capodanno 2021

L'Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente lancia un accorato appello offrendo anche consigli utili per i proprietari di cani e gatti

Anche quest’anno l’AIDAA lancia un appello contro i botti di Capodanno, promuovendo una campagna apposita proprio in questi giorni di festa. L’Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente ricorda quanto i fuochi d’artificio possano rappresentare un vero dramma per gli animali; ogni hanno, infatti, sono sempre di più le creature terrorizzate e ad esse si aggiungono quelle morte perché colpite direttamente dai botti.

No ai botti di Capodanno

Decine e decine gli animali che impauriti dai botti di Capodanno fuggono, provocando magari incidenti stradali nei quali perdono la vita. Proprio per questo, l’Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente lancia, anche nel 2021, la campagna No ai botti di Capodanno. Un’iniziativa che si attiverà anche con l’apertura di una linea telefonica amica per aver informazioni in vista della notte di Capodanno; ad essa si accompagnerà anche la pubblicazione delle linee guida su come salvare dai pericoli dei botti cani e gatti.

Proprio in vista del progetto, AIDAA sta invitando i sindaci ad emettere le ordinanze per vietare i botti; a questa richiesta si aggiunge anche quella di attuare degli interventi di controllo nella notte di San Silvestro. Nel 2020, fa sapere l’associazione, nonostante le rigide normative che hanno limitato le attività a causa della pandemia sono morti oltre 360 tra cani e gatti; migliaia gli animali fuggiti terrorizzati.

I consigli di AIDAA per cani e gatti

In vista della notte di Capodanno, AIDAA fornisce alcuni consigli utili per poter gestire la paura dei propri animali. Innanzitutto l’associazione spiega che mostrarsi troppo protettivi potrebbe aumentare la paura dei pets; meglio tenerli in una stanza in penombra, lontano dai rumori e minimizzare l’impatto dei botti, magari, con della musica. Evitare assolutamente di tenere i cani legati con la catena che potrebbe strozzarli e prestare molta attenzione, se si passeggia, ai cani anziani e cardiopatici. Munire ogni quattro zampe di microchip, tatuaggio e medaglietta è, inoltre, fondamentale per rintracciarlo; questo non solo a Capodanno ma durante tutto il resto dell’anno.

Per quanto riguarda i gatti è importante non fissarli mai a lungo negli occhi, perché potrebbe suscitare in loro aggressività. Meglio manifestare ‘indifferenza‘, magari, accendendo la tv o mettendo della musica. Preparare un rifugio alternativo e non lasciarli mai soli in balcone o in giardino per evitare che possano scappare o farsi del male. Ed anche in questo caso, munire il micio di microchip o tatuaggio faciliterà, di gran lunga, il ritrovamento in caso di fuga.

Campagna AIDAA

LEGGI ANCHE: Cinque regali che non possono mancare sotto l’Albero di Natale… per il tuo gatto

Francesca Perrone

Cultura, Ambiente & Pets Messinese trasferita a Roma per gli studi prima in Scienze della Comunicazione Sociale presso l'Università Pontificia Salesiana, con una tesi su "Coco Chanel e la rivoluzione negli abiti femminili", poi per la specializzazione in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo alla Sapienza. Collabora con l'Agenzia ErregiMedia, curando rassegne stampa nel settore dei rally e dell'automobilismo. La sue passioni più grandi sono la scrittura, la moda e la cultura. Responsabile dei blog di VelvetMAG: VelvetPets (www.velvetpets.it) sulle curiosità del mondo animale e di BIOPIANETA (www.biopianeta.it) sui temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità.
Back to top button
Privacy