NewsPets HealthyPrimo Piano

Cani mutilati per seguire una tendenza sui social: lo rivela un’inchiesta

Gli recidono le orecchie illegalmente e poi li vendono a cifre incredibili, così vengono trattati alcuni poveri quattro zampe in Gran Bretagna

Un’inchiesta allarmante e drammatica rivela le condizioni di alcuni poveri cani in Gran Bretagna: mutilati per seguire una tendenza sui social. A rivelare i dettagli di questa pratica assolutamente illegale è un’indagine della Bbc, che spiega come ai cani siano tagliate le orecchie da cuccioli per ragioni estetiche; non solo, essendo la procedura illegale nel paese, tutto viene fatto in maniera clandestina e i quattro zampe sono venduti a cifre stratosferiche.

La procedura è ritenuta illegale dall’Animal Welfare Act ed è in vigore nel Regno Unito; tuttavia gli allevatori che mutilano i cani offrono passaporti falsi, facendo credere che la pratica si sia svolta all’estero. A denunciare la faccenda un giornalista della Bbc sotto copertura; il quale avrebbe ricevuto l’offerta per acquistare un cane con le orecchie mutilate alla cifra di 13mila sterline, munito di passaporto e microchip.

La scoperta dei cani mutilati

Se ti fanno domande dici che l’hai comprato così da un irlandese, che è venuto dal’Europa e che questo è tutto quello che sai“; queste le parole dell’allevatore che avrebbe voluto vendere il cane mutilato al giornalista della Bbc. Si tratta di un gesto agghiacciante in grado di provocare ai quattro zampe gravi infezioni e pertanto non ha alcuna giustificazione; Paula Boyden di Dogs Trust ha spiegato alla Bbc: “Alcuni animali sviluppano infezioni o non amano che le persone gli tocchino le orecchie. Abbiamo anche riscontrato problemi comportamentali perché i cani comunicano con le orecchie e senza potrebbero avere difficoltà a farlo con i loro proprietari o con altri cani“.

Daniella Dos Santos, ex presidente della British Veterinary Association (Bva), ha espresso molto preoccupazione per l’esito dell’inchiesta sui cani mutilati: “Il taglio delle orecchie è una mutilazione illegale che viene eseguita per nessun altro motivo se non per ragioni estetiche“. Ciò che rende la situazione ancora più allarmante è il fatto che, come sostiene l’attivista Vanessa Waddon, questa operazione potrebbe essere guidata da alcuni influencer; sembra, infatti, che sui social sono diverse le celebrità che, nell’ultimo periodo, hanno ‘pubblicizzato’ il loro acquisto di cani con le orecchie tagliate. Rivela l’attivista alla Bbc: “Ogni volta che le celebrità pubblicano qualcosa online, le persone inevitabilmente pensano ‘oh quel cane sembra carino, forse ne prenderò uno così”. Dopo l’accaduto, il Governo britannico valuterà l’ipotesi di vietare l’importazione di cani dall’estero.

cane pit bull

LEGGI ANCHE: Botox ai cammelli per vincere un concorso di bellezza: il caso in Arabia Saudita

Francesca Perrone

Cultura, Ambiente & Pets Messinese trasferita a Roma per gli studi prima in Scienze della Comunicazione Sociale presso l'Università Pontificia Salesiana, con una tesi su "Coco Chanel e la rivoluzione negli abiti femminili", poi per la specializzazione in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo alla Sapienza. Collabora con l'Agenzia ErregiMedia, curando rassegne stampa nel settore dei rally e dell'automobilismo. La sue passioni più grandi sono la scrittura, la moda e la cultura. Responsabile dei blog di VelvetMAG: VelvetPets (www.velvetpets.it) sulle curiosità del mondo animale e di BIOPIANETA (www.biopianeta.it) sui temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità.
Back to top button
Privacy