Primo PianoQui la zampa

La storia di Thiago, il bimbo che aiuta i cani randagi ad essere adottati

Un bambino di 11 anni che ha deciso di dare il suo sostegno agli animali più sfortunati

Una storia d’amore, che Thiago a 11 anni condivide con decine di cani randagi; un simbolo di quando si possa essere altruisti a qualsiasi età. Quella del ragazzo brasiliano, o meglio del bambino, è una storia che scalda il cuore, oggi in pieno clima natalizio, ma sempre. Un ragazzino in grado di dimostrare quanto prendersi cura degli animali in difficoltà sia un’azione che può contagiare tutti; un gesto che richiede solo un ingrediente di base: l’amore. Thiago vuole cambiare il mondo, o almeno il mondo di tutti quei poveri quattro zampe che vivono in strada e che sono bisognosi d’affetto.

E nel suo ‘piccolo’ (ma solo per la sua età, non certo per il suo gesto) il ragazzino di 11 anni sta facendo tanto per tanti cani randagi. Thiago è un ragazzo brasiliano che vive nella città di Antônio Prado, nel Rio Grande do Sul; ispirato dal suo sentimento nei confronti degli animali bisognosi, ha ideato il progettoSou de rua mas to limpinho” (“Sono senzatetto ma sono pulito“).

cane randagio salvato Thiago

Il progetto di Thiago per i cani randagi

Thiago esce in strada e cerca cani randagi, li lava e li lascia puliti così da poter aiutare ciascuno di loro a trovare una casa. L’idea è arrivata circa un anno fa, quando ha deciso di usare il suo tempo libero del sabato per dare un senso pratico al suo amore verso gli animali. L’animo del ragazzino è animato dal rispetto verso ogni creatura; infatti, contrario al fatto che tanti animali nascono solo per essere allevati con l’unico scopo di diventare cibo per le persone, Thiago ha deciso di non magiare carne. È il padre del giovane che racconta ai media locali l’idea del figlio.

Oswaldo cane randagio

“L’idea del progetto è nata alla fine del 2020. Ed è una sua idea: fare il bagno ai cani randagi, profumarli e poi riportarli in strada in modo che le persone li vedano più piacevolmente e quindi abbiano più possibilità di adozione“. Si legge su La Zampa: “Dedica i sabati a fare il bagno ai quattro zampe, io (il padre) scatto le foto perché un’immagine di qualità aumenta le possibilità di adozione dei cani. Ad oggi, il suo progetto ha già visto fare il bagno a 47 animali randagi“. Dopo aver realizzato le immagini, quest’ultime vengono pubblicate sul profilo Instagram @Guridochapeu_oficial. Ogni immagine è simbolo d’amore, di cura, di attenzione verso i più indifesi; un progetto che ha accolto anche il sostegno dei commercianti locali, i quali regalano al giovane Thiago prodotti per la pulizia, ma anche cibo per cani. Un’azione semplice che mostra come dai piccoli gesti si può offrire amore a chi ne ha bisogno proprio come i cani randagi.

LEGGI ANCHE: Tre regole da rispettare prima di adottare un cane (soprattutto sotto Natale)

Francesca Perrone

Cultura, Ambiente & Pets Messinese trasferita a Roma per gli studi prima in Scienze della Comunicazione Sociale presso l'Università Pontificia Salesiana, con una tesi su "Coco Chanel e la rivoluzione negli abiti femminili", poi per la specializzazione in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo alla Sapienza. Collabora con l'Agenzia ErregiMedia, curando rassegne stampa nel settore dei rally e dell'automobilismo. La sue passioni più grandi sono la scrittura, la moda e la cultura. Responsabile dei blog di VelvetMAG: VelvetPets (www.velvetpets.it) sulle curiosità del mondo animale e di BIOPIANETA (www.biopianeta.it) sui temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità.
Back to top button
Privacy