Tre regole da rispettare prima di adottare un cane (soprattutto sotto Natale)

MYLAV indica alcuni errori in cui si potrebbe incorrere quando si pensa di vivere con quattro zampe

Sono tante le persone che scelgono di regalare un cucciolo per Natale; ma, come tutti dovremmo sapere, un cane non è un oggetto. Proprio per questo, prima di compiere una scelta importante, come l’adozione, è fondamentale conoscere alcune regole da rispettare; ci sono infatti, degli errori, a volte anche involontari, che potrebbero trasformare un inziale gesto d’affetto in un serio problema per tutti. Il laboratorio d’analisi veterinario MYLAV, ha fornito una guida composta da tre errori da evitare, ma purtroppo, pare, piuttosto ricorrenti.

Tre regole da rispettare prima di adottare un cane (soprattutto sotto Natale)

Proprio perché amiamo così tanto l’idea di portare nelle nostre case un animale – spiegano gli esperti MYLAV – bisogna essere anche consapevoli dei propri doveri, nonché del proprio ruolo; oggi definito come ‘Pet Parent‘ (genitore) e non più ‘Pet Owner’ (proprietario). Come tale è opportuno informarsi preventivamente e consultare un medico veterinario; anche in fase di pre-adozione oltre che dopo, all’arrivo in casa del nostro nuovo compagno di vita”.

adottare cane

I consigli di MYLAV prima di adottare un cane

Innanzitutto, prima di prendere un cane, nessun dovrebbe sottovalutare il proprio stile di vita. Prima di un’adozione bisognerebbe porsi delle domande, suggeriscono da MYLAV; in tal caso, sarebbe necessario interrogarsi, sui propri orari, sul contesto in cui si vive, sulle proprie abitudini. Se, ad esempio, si è persone dedite allo sport, sarebbe necessario capire cosa ci si aspetta da cane; allora, in questo caso, potrebbero essere ideali razze energiche come Basenje, il Beagle, il Boxer o il Border Collie. Quando invece si preferisce, ad esempio, passare le domeniche pomeriggio sdraiati sul divano, razze più tranquille, adatte a questa vita, potrebbero essere il Basset hound, il Bouledogue Francese o il Pechinese.

Un secondo errore in cui si potrebbe incorrere prima di un’adozione è quello di prendere un cane, soprattutto al canile, perché mossi da compassione; benché potrebbe apparire come un gesto d’amore, in realtà potrebbe rivelarsi tutto il contrario. I cani, infatti, cercano sicurezza e stabilità a lungo termine e non compassione; gli animali richiedono cure, attenzioni e tempo, quindi meglio non adottare un pet se non si è disposti ad investire in queste ‘fatiche’. Ed infine, l’ultimo errore è rappresentato proprio dalla scelta di regalare un cane; non si dovrebbe mai imporre ad un’altra persona di prendersi cura di un animale. L’adozione deve essere una scelta spontanea e consapevole; si sta decidendo di prendersi cura di un’altra vita e di certo non si tratta di un gioco. Per questo, per esempio, far trovare un cucciolo ad un bambino sotto l’Albero di Natale potrebbe non essere una buona idea. Un cane è amore, è affetto, ma è anche impegno e cura che non devono mancare mai.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Salute Animale – MyLav (@saluteanimale)

LEGGI ANCHE: Consigli per fare un Albero di Natale a prova di gatto

Cultura, Ambiente & Pets

Messinese trasferita a Roma per gli studi prima in Scienze della Comunicazione Sociale presso l'Università Pontificia Salesiana, con una tesi su "Coco Chanel e la rivoluzione negli abiti femminili", poi per la specializzazione in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo alla Sapienza. Collabora con l'Agenzia ErregiMedia, curando rassegne stampa nel settore dei rally e dell'automobilismo. La sue passioni più grandi sono la scrittura, la moda e la cultura.
Responsabile dei blog di VelvetMAG: VelvetPets (www.velvetpets.it) sulle curiosità del mondo animale e di BIOPIANETA (www.biopianeta.it) sui temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità.