CuriositàPrimo Piano

Perché le tartarughe marine nuotano in cerchio? Potrebbe dipendere da diversi fattori

La scienza prova a spiegare perché diverse creature marine, a volte, nuotano in cerchio

Sono diversi gli animali che, oltre le tartarughe marine, sono stati sorpresi a nuotare in cerchio piuttosto che proseguire in maniera diritta. Questo comportamento, apparentemente anomalo, ha attirato il mondo della scienza che ha cercato di fornire delle spiegazioni logiche e possibili. Nuotare in maniera lineare, cercando di arginare gli ostacoli, è il modo in cui ci si potrebbe aspettare si muovano sempre le creature marine; tuttavia, dagli squali, alle foche, alle tartarughe appunto, diversi animali, di tanto in tanto, abbandonano la “retta via” per muoversi in maniera circolare.

A studiare per prima il comportamento delle tartarughe marine che si muovono in cerchio è stata la ricercatrice giapponese Tomoko Narazaki; l’esperta stava conducendo un esperimento per valutare la capacità di navigazione dei suddetti animali. Osservando le mappe di navigazione delle tartarughe, la dottorezza Narazaki ha notato come questi animali, talvolta, smettevano di nuotare dritte e iniziavano a nuotare in cerchio a velocità costante; questo ha condotto ad elaborare le possibili cause di questa pratica.

Ipotesi sul perché le tartarughe marine nuotino in maniera circolare

La prima conclusione a cui la ricercatrice Tomoko Narazaki è arrivata è che, apparentemente, dal punto di vista del consumo di energie e dell’efficienza nel movimento, il nuoto circolatorio non avrebbe molto senso. Eppure, le tartarughe marine, come altri animali, assumono spesso questo comportamento; le risposte elaborate a questo punto sono state diverse. Un’osservazione importante è stata constatare che tutte le creature marine che si muovono in cerchio, la maggior parte delle volte, si trovano in prossimità di zone ricche di cibo; questo potrebbe far pensare che, in qualche modo, questo moto natatorio sia legato alla predazione.

Secondo una seconda ipotesi, nuotare in maniera circolare potrebbe contribuire ad una navigazione più efficiente; in quanto, potrebbe aiutare le tartarughe marine e gli altri animali ad individuare il campo magnetico terrestre ed orientarsi con più facilità. Una terza ipotesi fa, infine, riferimento ad ipotetici atti di corteggiamento. Tuttavia, ulteriori studi stanno indagando su questa particolare azione e per molti aspetti il nuoto circolare resta ancora misterioso.

LEGGI ANCHE: Perché le rondini volano basse? Dipende dal clima e dalla loro alimentazione

Back to top button
Privacy