Perché il cane ritrova sempre la strada di casa? Ha un “GPS” speciale

Sarà capitato almeno una volta di sentire la storia di un cane che riesce a ritornare a casa, anche percorrendo diversi chilometri da solo. Ma cosa permette ad un quattrozampe di poter affrontare “questa impresa”? Secondo quanto si apprende da uno studio scientifico il cane è dotato di una sorta di “GPS” speciale che gli permette di ritrovare la strada di casa anche da lontano.

Il cane è dotato, come in molti sapranno, di molteplici capacità. Grazie al loro udito e il loro olfatto riescono a rintracciare cose e persone e prevedere addirittura l’arrivo dei loro proprietari. Tuttavia scoprire che, nella maggior parte dei casi, riescono a tornare nella loro casa, anche da molto lontano, ha stupito tutti. Finalmente la scienza da una una risposta.

Il cane torna sempre a casa grazie al suo “GPS incorporato”

Secondo una ricerca scientifica che ha analizzato per circa tre anni i movimenti di trenta cani, di 10 razze diverse, è stato possibile scoprire perché i quattro zampe riescono ad orientarsi anche a centinaia di chilometri di distanza dalla loro casa. Secondo gli studiosi infatti il cane ha una particolare sensibilità con il campo magnetico della Terra. La ricerca è stata condotta da un’Università della Repubblica Ceca e un’Università della tecnologia in Virginia. Ciascuno dei trenta cani studiati, era dotato di un collare con navigatore GPS e una telecamera. Ogni cane è stato lasciato libero in aeree boschive e con panorami naturali. Dopo un po’ i proprietari, nascosti, richiamavano i loro quattrozampe e ciascun animale doveva trovarli. A quel punto tutti i cani hanno iniziato a correre lungo l’asse Nord-Sud della Terra, proprio come una bussola. La ricerca ha dunque mostrato come il campo magnetico della Terra sia usato dai cani per avere una visione totale e addirittura “globale” rispetto al posto in cui si trovano. Sono proprio questi riferimenti che permettono al cane di ritrovare la strada di casa, anche da molto lontano.

LEGGI ANCHE: Le 8 curiosità più strane sulle orecchie dei gatti: non servono solo a sentire

Commenti

comments