Misteriosi ritrovamenti nei fondali marini: si tratta di “specie fantasma” [VIDEO]

Ormai è diventato sempre più consueto il caso di misteriosi ritrovamenti, in questo caso, la scoperta sorprendente è stata fatta nei fondali marini. Un gruppo di ricercatori, avrebbe infatti ripreso in un video, alcune “specie fantasma“. Secondo i biologi marini della Ev Nautilus, specializzato nell’osservazione degli abissi oceanici, in natura esistono ancora centinaia di specie sconosciute. A queste, sembrerebbero appartenere, alcuni esemplari di molluschi, mammiferi e invertebrati marini, dalle sembianze piuttosto particolari, tanto da assomigliare a veri e propri spettri. Da qui il nome di “specie fantasma“.

A queste particolari forme animali, apparterrebbero: il polpo spettrale, chimera terrificante, stillicidio di aghi. Insomma nomi talmente caratteristici che fanno pensare ad Halloween ogni giorno; questi particolari esseri viventi vivono solo nelle profondità del mare dove non c’è luce, solo oscurità. Così come dei veri e propri ectoplasmi, ma vivi! Grazie alle suggestive immagini raccolte dall’Ev Nautilus è possibile osservare ogni giorno video affascinanti di queste singolari creature.

Il polpo elefante

Una particolare creatura marina, anch’essa estremamente misteriosa è il polpo elefante. Questa particolare specie di invertebrato, è stata ritrovata al largo della costa della California dai ricercatori della Ev Nautilus. Nello specifico si tratta del Grimpoteuthis Robson, chiamato anche “polpo Dumbo”, un genere di Octopoda della famiglia Opisthoteuthidae.

La curiosa e “spettrale” creatura degli abissi è stata osservata nella zona del Davidson Seamount, un vulcano sottomarino inattivo. Il polpo elefante, è dotato di un particolare paio di pinne poste ai fianchi del corpo: questa particolare caratteristica le è costata il nome di “Polpo Dumbo”. Le pinne laterali, sembrano infatti delle grosse orecchie, proprio come quelle del protagonisti del cartone animato della Walt Disney. Generalmente questo animale, misura circa 20-30 centimetri di lunghezza. Grazie al lavoro dell’Ev Nautilus, che sta esplorando regioni sconosciute dell’oceano alla ricerca di nuove scoperte in biologia, geologia e archeologia, è possibile scoprire ogni giorno creature affascinanti e inimmaginabili.

Misterioso ritrovamento in mare: le sue dimensioni sono spaventose

Il surriscaldamento globale, il distaccamento dei ghiacciai e tutti gli altri fenomeni terrestri portano a, sempre più frequenti, misteriosi ritrovamenti. L’ultimo è stato fatto in mare e le sue dimensioni sono spaventose. La misteriosa creatura marina, è larga ben 12 metri ed è necessaria un èquipe internazionale per poterla identificare. Il ritrovamento è avvenuto in Cile è anche per gli esperti, la creatura è sembrata alquanto strana e rara. Le prime ipotesi farebbero pensare ai resti di un calamaro gigante, ma se così fosse, mancherebbero alcune parti: i lunghi tentacoli, per esempio. In ogni caso se si trattasse di un calamaro, come spiegano i biologi marini, dovrebbe trattarsi di un esemplare dalle proporzioni veramente gigantesche.

Primo caso al mondo?

I corpi, senza tentacoli, delle due specie più grandi di calamari, l’Architeuthis dux e il Mesonychoteuthis, misurano rispettivamente 2,5 e 4-5 metri, ma il misterioso corpo è almeno più del doppio. L’enorme massa è stata trovata poco distante da una balena spiaggiata e ha fatto pensare a una qualche relazione tra i due ritrovamenti. Ma scartata la possibilità che si trattasse della pelle di una balena, perché troppo grande e di odore diverso, gli scienziati sembrano orientati a pensare che si tratti di una nuova specie finora sconosciuta. Del resto però, è importante ricordare che negli ultimi anni i calamari giganti si stanno sempre più diffondendo nelle acque, specie quelle che circondano l’America Latina; in queste zone sono stati, infatti, ritrovati esemplari di 13 metri circa. Un altro fatto interessante da annotare, è sicuramente l’episodio in cui un trimano a vela di 23 tonnellate è stato arpionato dai tentacoli di un calamaro gigante mentre viaggiava a 35 km all’ora nell’Atlantico. Si è dovuto fermare e soltanto allora il calamaro ha mollato la presa.

LEGGI ANCHE: MISTERIOSO RITOVAMENTO ALL’INTERNO DI UN’ABITAZIONE: GLI INQUILINI SCONVOLTI [VIDEO]

 UN NUOVO MISTERIOSO ANIMALE MARINO APPARE IN SPIAGGIA: IL RITROVAMENTO INCREDIBILE

RITROVATA UNA STRANA CREATURA MARINA: NESSUNO RIESCE A CAPIRE DI COSA SI TRATTA [VIDEO

MOSTRO MARINO AVVISTATO IN MARE: ECCO DI COSA SI TRATTA [VIDEO]

Commenti

comments