Regalare un cane a un bambino: 10 consigli per fare la scelta giusta

Avete finalmente deciso: prenderete quel cane che il vostro bambino desidera da tempo. Perché è un modo per renderlo responsabile, aperto verso il prossimo, nonché più sano e intelligente. Gli studi lo confermano e anche le persone che conoscete e che da sempre vivono con un 4 zampe. Senza contare che a breve arriverà il Natale (di già?), periodo perfetto da trascorre con il nuovo arrivato peloso, perché si ha più tempo a disposizione per stare con lui i primi giorni e farlo abituare al nuovo ambiente. Ma un dubbio vi assale: come capire quale cane è più adatto per i vostri figli, ma anche per voi? Eccovi quindi 10 consigli che fanno al caso vostro.

Al numero uno troviamo: andare da un educatore. Anche se non avete ancora il cane in casa, infatti, la cosa giusta da fare è parlarne con un esperto e raccontargli le vostre abitudini e il vostro stile di vita. Sarà lui a consigliarvi quale cane meglio si adatta alla vostra famiglia per indole e caratteristiche. Due: mai scegliere un cane solo dall’aspetto fisico o perché vostro figlio vuole proprio quella razza (magari dopo averla vista in un film). Potrebbe rivelarsi una vera catastrofe per tutti. Tre: certo, il “regalo peloso” è indirizzato ai piccoli di casa, ma abituatevi all’idea che gli adulti dovranno fare gran parte del lavoro, come dargli la pappa o portarlo a spasso, soprattutto se i “cuccioli d’uomo” non sono abbastanza grandi per farlo da soli. Quattro: educate i bambini a non trattare gli animali come pupazzi. Potrebbero fargli molto male. Inoltre, un cucciolo per crescere bene ha bisogno di dormire molto (proprio come un neonato), per questo dovete mettere in chiaro le cose fin da subito, giocare va bene ma con i suoi tempi e i suoi ritmi.

CANI: LE RAZZE PIU’ ADATTE PER CHI HA BAMBINI IN CASA

Cinque: mettete in conto che l’educatore potrebbe consigliarvi che la scelta giusta per voi potrebbe non essere un cucciolo, magari un cane adulto. Sei: se la vostra casa è un “porto di mare”, cioè se siete soliti ospitare amichetti dei vostri figli, mettete subito in chiaro anche con loro le regole del punto numero quattro. Sette: il cane giusto per voi non deve essere per forza di razza. Al canile, ad esempio, ci sono moltissimi animali in cerca d’affetto (sia grandi che piccoli) che potrebbero rispondere alle vostre esigenze. Gli esperti che lavorano nelle strutture della vostra città sapranno indicarvi di certo l’esemplare più adatto. Otto: potrebbe capitare che il bimbo dopo qualche tempo si stanchi della “novità” cane. Per questo, prima di compiere un passo del genere è bene essere sicuri delle sue intenzioni. Associazioni e canili di varie città spesso permettono a bambini e adulti di far loro visite e di giocare con gli ospiti pelosi delle loro strutture. Informatevi e fateci un salto prima di adottare un cane, potrete vedere con i vostri occhi se i vostri figli sono adatti a questa fantastica esperienza. Nove: anche se avete un bel giardino, ricordatevi che il cane deve uscire almeno 2 volte al giorno (3 se vivete in un appartamento). Inoltre, l’animale non deve essere relegato all’esterno ma poter avere libero accesso a tutte le zone della casa. Diventerà un membro della famiglia a tutti gli effetti, se non siete disposti ad accettarlo forse siete voi a non essere pronti e il vostro bambino se ne farà una ragione. Dieci: un cane è un essere vivente con sentimenti ed emozioni, quindi, se non siete più che sicuri della scelta e non siete disposti a pronunciare il fatidico “finché morte non ci separi”, optate per un peluche.

Foto by Pinterest