Cani, gatti e conigli in corsia: l’ospedale di Treviglio apre le porte alla pet therapy

Buone notizie per i cittadini di Bergamo e dintorni: cani, gatti, conigli o, meglio, tutti quegli animali che possono essere considerati “domestici”, hanno il libero accesso all’ospedale di Treviglio. Insomma, i cuccioli potranno andare a trovare i loro proprietari ricoverati, stare con loro o circolare in quasi tutti gli ambienti del nosocomio, fatta eccezione per alcuni reparti tra cui quello di rianimazione, anestesia, chirurgia generale, ostetricia e ginecologia. Ovviamente, tutti i pet dovranno essere in regola con le vaccinazioni e ci sarà bisogno anche del permesso degli eventuali compagni di corsia.

Cani, gatti e conigli in corsia: l’ospedale di Treviglio apre le porte alla pet therapy

Questa delibera permette all’azienda di proseguire l’operazione ‘simpatia’ e ‘riavvicinamento/ri-innamoramento’ dei cittadini del territorio alle nostre strutture” ha spiegato il direttore sanitario Santino Silva all’Eco di Bergamo. Della stessa opinione anche il direttore generale Cesare Ercole, che ha materialmente deliberato il nuovo regolamento dell’ospedale, anticipando la proposta di legge, ancora in discussione in Regione Lombardia e che, se approvata, introdurrà il libero accesso degli animali domestici accompagnati dal proprietario in tutti i luoghi pubblici. Oltre che “creare simpatie”, comunque, l’iniziativa cerca anche di facilitare e di tutelare il rapporto d’affezione con gli animali domestici, ormai diventati parte integrante della vita di quasi metà delle famiglie italiane che, come affermato e spiegato più volta in moltissime ricerche, potrebbero anche essere di grande supporto nei confronti dei malati ricoverati in ospedale.

Lo stesso regolamento – ha proseguito Silva – regola l’accesso dei cani guida, oltre che per accompagnare il padrone al capezzale di un parente, anche per altri scopi, ad esempio per visite mediche del non vedente nei nostri poliambulatori“. Insomma dopo il Fatebenefratelli di Milano e al Gemelli di Roma che hanno aperto le porte alla pet therapy nei loro reparti pediatrici, l’ospedale di Treviglio aggiunge un tassello in più permettendo l’ingresso ai pelosi anche in altri settori. Un altro passo verso la modernità di un paese civile.

Foto by Facebook