Come dorme il tuo gatto? Ecco cosa sapere per salvargli la vita

Anche la posizione durante il sonno del nostro pet può fornire informazioni importanti

Conoscere le informazioni nascoste dietro alle posizioni assunte da un gatto durante il sonno è molto importante per diverse motivazioni. La flessibilità dei loro corpi gli permette di assumere pose incredibili, ma mai scelte a caso. Talvolta, infatti, potrebbero nascondere anche uno stato di malessere.

Come dorme il tuo gatto? Ecco cosa sapere per salvargli la vita
Gatto che dorme sul cuscino (immagine a scopo illustrativo) - VelvetPets

Il gatto è un animale che ama dormire, spesso, nelle posizioni più disparate. Ma queste pose non sono mai scelte a caso ed hanno un significato ben preciso che risulta utile conoscere, anche per salvare la vita del pet di casa. Attorcigliato su sé stesso, con la coda tra le zampe o la testa verso i piedi, sono tanti i modi in cui si può sorprendere un micio a sonnecchiare. Di base, le posizioni rannicchiate si legano al loro istinto primordiale di proteggere le parti più vulnerabili, petto e pancia, dai predatori. Tuttavia, ogni posizione ha altri significati utili da scoprire.

Posizione in cui dorme un gatto
Gatto che dorme sul cuscino (immagine a scopo illustrativo) – VelvetPets

Le posizioni innocue e le posizioni pericolose nel sonno del gatto

È importante sapere che la temperatura o l’ora del giorno in cui il gatto decide di dormire può influenzare il suo sonno. Durante l’inverno lo stile a ‘pagnotta’ è il più utilizzato. In questo modo, infatti, i gatti mantengono il calore mentre dormono, mantenendo coda e zampe nascoste dal corpo. In questo caso, considerando che la temperatura ideale per un gatto in casa è fra i 18 e i 23 gradi, bene munirsi di tappetino riscaldante e coperte se l’abitazione non raggiunge questa temperatura. Quando, invece, il gatto dorme sul fianco, con la pancia semi esposta, è il momento in cui l’animale si sente al sicuro. Se il micio è in bilico, allora si sarà probabilmente addormentato mentre controllava il territorio a lui circostante.

Se nella maggior parte dei casi è opportuno lasciarli nella posizione che hanno scelto, a volte è necessario spostarli per evitare che si possano fare del male. Tale è il caso, per esempio, dei gatti che si addormentano sulle porte o sui davanzali. Molti proprietari di mici potranno confermare, inoltre, che i gatti amino dormire nei contenitori di ogni forma e dimensione. Assumendo, talvolta, anche pose contorte pur di rientrare nel contenitore prescelto. Tuttavia, questo potrebbe significare anche che desiderano mantenere il peso lontano da una parte del corpo dolorante. In altre circostanze, se cercano sempre un luogo nascosto per dormire allora vuol dire che si sentono minacciati da qualcosa.

Posizione del gatto durante il sonno
Cucciolo di gatto che dorme (immagine a scopo illustrativo) – VelvetPets

Una posizione a cui bisogna prestare molta attenzione, infine, è quella in cui il gatto crea pressioni sulla testa durante il sonno. In quel caso è necessario portarlo subito da un veterinario. Per distinguerla dalle sfregatine solite dei gatti, è bene tenere presente che in questo caso non strofinerà le sue ghiandole odorifere sull’oggetto, ma starà semplicemente seduto e fermo con il muso schiacciato. Questo atteggiamento è il più comune sintomo dell’encefalopatia epatica. Una condizione neurologica provocata dalla disfunzione del fegato. Ma anche da un trauma cranico, da un avvelenamento o da una grave infezione. Dunque, anche in questo caso, ogni comportamento anomalo dell’animale è un preciso segnale d’allarme e una richiesta d’aiuto.

Cultura, Ambiente & Pets

Messinese trasferita a Roma per gli studi prima in Scienze della Comunicazione Sociale presso l'Università Pontificia Salesiana, con una tesi su "Coco Chanel e la rivoluzione negli abiti femminili", poi per la specializzazione in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo alla Sapienza. Collabora con l'Agenzia ErregiMedia, curando rassegne stampa nel settore dei rally e dell'automobilismo. La sue passioni più grandi sono la scrittura, la moda e la cultura.
Responsabile dei blog di VelvetMAG: VelvetPets (www.velvetpets.it) sulle curiosità del mondo animale e di BIOPIANETA (www.biopianeta.it) sui temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità.