Caldo record: Roma estende lo stop alle botticelle

Tutelare i cavalli deve essere una priorità quando le condizioni meteo possono diventare pericolose per la loro salute

Il caldo da record raggiunto in questi giorni ha spinto il Sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, a firmare un’ordinanza che sancisce un stop momentaneo alle botticelle. Questo mezzo di trasporto turistico, infatti, rappresenta un forte rischio per i cavalli che si troverebbero costretti a trottare sotto il sole più rovente.

Caldo record: Roma estende lo stop alle botticelle
@Credits Ansa

Le botticelle a Roma sono un argomento controverso che da anni infiamma dibattiti con le più agguerrite associazioni animaliste; se infatti, per qualcuno rappresentano una tradizione capitolina che rievoca le carrozze simili all’epoca imperiale, per molti altri è una forma di maltrattamento nei confronti dei cavalli.

botticelle Roma stop
@Credits Ansa

Purtroppo, a conferma delle preoccupazioni degli animalisti, negli anni si sono registrati diversi casi di poveri animali svenuti (o nei peggiori dei casi deceduti) a causa del caldo rovente; infatti, non è solo l’aria ad essere un pericolo, ma si tratta anche dell’asfalto. Quest’ultimo, infatti, può rappresentare una vera ‘arma’ per i cavalli.

L’estensione del divieto sulle botticelle a Roma

Per far fronte ad un’emergenza che rischia di colpire i cavalli impiegati nel traino delle botticelle il Sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, ha firmato nelle ore scorse un’ordinanza che stabilisce il divieto di circolazione dei veicoli a trazione animale. L’obiettivo primario resta quello di tutelare gli equini in presenza di caldo estremo che, in questi giorni, sta raggiungendo picchi altissimi. La normativa già esistente prevede che dal 1° giungo al 15 settembre l’attività delle botticelle sia sospesa dalle 13 alle 17; escludendo comunque l’esercizio se le temperature dovessero superare i 35°C.

botticelle Roma

Con la nuova ordinanza, a queste misure, si aggiunge il prolungamento della fascia oraria in cui si attua il divieto; i cavalli non dovranno lavorare dalle 11 alle 18 nelle giornate caratterizzate dai livelli di rischio 2 e 3 del bollettino giornaliero del “Sistema di allarme per la prevenzione degli effetti delle ondate di calore sulla salute“; emanato dal Ministero della Salute e Protezione Civile di Roma. L’ordinanza, così come del resto prevede già la normativa, specifica che in queste ore di inattività ai cavalli deve essere garantita movimentazione ed esercizio fisico. Come si legge su La Zampa, il Campidoglio spiega: “Il provvedimento amplia il proprio raggio di azione. Andando a tutelare il benessere degli animali; soprattutto in considerazione di una stagione estiva caratterizzata da temperature particolarmente elevate, alto tasso di umidità e scarsa ventilazione“.

A queste parole si aggiungono quelle dell’Assessora all’Ambiente, Sabrina Alfonsi che tiene a sottolineare: “Introduciamo nuovi parametri, per determinare la possibilità dell’uscita in strada dei cavalli; non più solo la temperatura, ma anche l’umidità presente nell’aria, la ventilazione e l’irraggiamento solare. Stiamo lavorando alla modifica del regolamento sul benessere degli animali per rendere permanenti queste prescrizioni“.

cavalli botticelle
@Credits Ansa

Cultura, Ambiente & Pets

Messinese trasferita a Roma per gli studi prima in Scienze della Comunicazione Sociale presso l'Università Pontificia Salesiana, con una tesi su "Coco Chanel e la rivoluzione negli abiti femminili", poi per la specializzazione in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo alla Sapienza. Collabora con l'Agenzia ErregiMedia, curando rassegne stampa nel settore dei rally e dell'automobilismo. La sue passioni più grandi sono la scrittura, la moda e la cultura.
Responsabile dei blog di VelvetMAG: VelvetPets (www.velvetpets.it) sulle curiosità del mondo animale e di BIOPIANETA (www.biopianeta.it) sui temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità.