Bob, la storia del gatto randagio in viaggio con James che ha guadagnato una statua a Londra

James ha incontrato un gatto dal pelo rosso in un periodo di grande difficoltà e, grazie a quell’amicizia, è tornato sulla retta via: dopo la sua scomparsa, spunta una statua in suo onore

Questa è la storia di Bob, un gatto randagio che ha salvato la vita di James: ora non c’è più, ma a Londra spunta una statua in suo onore per non dimenticare quell’amicizia così preziosa che l’ha portato via dal baratro.

Bob, la storia del gatto randagio in viaggio con James che ha guadagnato una statua a Londra
Crediti: @bob_der_streuner/Instagram

La storia di Bob è realmente accaduta e il suo fascino ha conquistato sia il mercato dell’editoria che il grande schermo. A Street Cat named Bob, tradotto in italiano con A spasso con Bob, è il libro che ha raccontato la storia di un ragazzo salvato da un gatto randagio. Una forte storia d’amicizia durata per anni e rimasta nel cuore di James Bowen, che ha incontrato l’amico a quattro zampe in un difficile periodo della sua vita.

Bob il gatto
Crediti: @bob_der_streuner/Instagram

All’epoca James era un artista squattrinato, senza lavoro e senza una casa con una dipendenza da sostanze stupefacenti. L’arrivo di Bob ha cambiato la sua vita e in meglio. Ed è a quel bellissimo gatto dal pelo rosso che è dedicata una statua, realizzata a Londra.

La storia di Bob, il gatto che ha salvato James con la sua amicizia

Si sono incontrati per la prima volta nel 2007. All’epoca James stava affrontando un periodo difficile: senza lavoro e quindi senza denaro, l’ultima cosa di cui aveva bisogno era sfamare un altro essere vivente. Ma l’arrivo di Bob nella sua vita ha cambiato tutto. Fino ad allora, James ha cercato di racimolare qualche moneta suonando per le strade di Londra con la sua chitarra. Un giorno si ritrova un gatto malaticcio fuori la porta di casa e non ha il cuore di mandarlo via. Così lo accudisce e lo battezza Bob.

Bob il gatto
Crediti: @bob_der_streuner/Instagram

Quando il gatto riprende le forze, James decide di lasciarlo in libertà, ma Bob non vuole saperne di andare via, così lo segue dappertutto. Si arrampica sulla sua spalla e si lascia trasportare così in giro per la città, catturando subito l’attenzione. E, grazie al supporto di Bob, James riesce ad allontanarsi dal baratro che era stata finora la sua vita. La storia di quell’amicizia è diventata un romanzo autobiografico nel 2010, seguito dall’omonimo film del 2016.

Bob il gatto
Bob il gatto

Purtroppo Bob il gatto si è spento nel 2020 a 14 anni e, in suo onore, la città di Londra ha realizzato una statua. Si trova a Islington e, affianco, vi è una panchina che recita una dedica speciale al gatto dal pelo rosso. “È il mio compagno, il mio migliore amico, il mio maestro, la mia anima gemella. E lo rimarrà per sempre“. Dopo il primo romanzo, James ha pubblicato un libro che regala lezioni di felicità in pillole secondo la saggezza felina e un sequel intitolato Il mondo secondo Bob.