La storia di Mogli: il gatto che da randagio è diventato “viaggiatore per il mondo”

Condivide la sua esperienza con l’uomo che l’ha salvato e oggi è una star del web seguitissimo sugli account social

Forse Martin Klauka non avrebbe mai deciso di viaggiare con un micio se la sua strada non si fosse incrociata con quella del gatto Mogli; eppure dopo l’incontro le vite dei due si sono trasformate. Un viaggio in moto in Marocco, infatti, cambierà la vita del randagio e quella del motociclista nomade.

La storia di Mogli: il gatto che da randagio è diventato “viaggiatore per il mondo”
@Instagram Motomogli

La storia di Mogli e Martin nasce per caso, ma il destino ha lasciato che le loro strade s’incontrassero fino a creare un’amicizia speciale. Tutto inizia durante un viaggio attraverso il Marocco a marzo del 2021; da quel momento il gatto e il 32enne originario della Germania hanno intuito che sarebbero presto diventati inseparabili.

Gatto Mogli viaggio
@Instagram Motomogli

Mogli, che in realtà è una femmina, era abbandonata e sola; una randagia malnutrita e ferita che probabilmente sarebbe morta senza le cure necessarie. Martin Klauka è immediatamente rimasto attratto da quel gatto con il quale ha deciso di intraprendere un’avventura unica.

Dal primo incontro al ‘giro del mondo’

Eravamo seduti per le strade di una piccola città quando una gattina malnutrita con una coda ferita si è avvicinato a noi. L’ho chiamata e lei si è avvicinata immediatamente, si è sdraiata tra le mie braccia e si è addormentata. La gente del posto che l’aveva vista prima mi ha detto che sua madre era stata investita da un’auto e che, essendo troppo giovane e debole per cavarsela da sola, molto probabilmente sarebbe morta per strada“; con queste parole Martin Klauka ha raccontato a The Dodo il suo primo incontro con il gatto Mogli. Nonostante fosse sporco, pieno di pulci e randagio, il gatto ha colpito il cuore del 32enne che ha deciso di portarlo con sé per tutta la serata e introdurlo anche di nascosto nell’albergo dove alloggiava.

Gatto viaggio
@Instagram Motomogli

Nonostante sapesse che adottare un gattino così fragile, soprattutto per il suo stile di vita da nomade viaggiatore, sarebbe stato complicato, Martin decise che il micio non poteva essere abbandonato ancora. La mattina pensò di portare il gatto a fare un giro in moto per vedere la sua reazione; e con suo stupore, Mogli dopo solo mezz’ora era rilassato e privo di ansia. Ed è così che i due hanno intrapreso il loro viaggio in giro per il mondo.

Un viaggio fatto di avventure e routine

Dal luglio del 2017 Martin Klauka ha lasciato il lavoro e si è messo in viaggio alla scoperta di diversi angoli del mondo. Al suo fianco adesso c’è Mogli e con il gatto il 32enne ha guidato con la sua moto lungo il Mar Mediterraneo fino all’Iran; è passato per gli Emirati Arabi Uniti, attraversando 10 paesi e raggiungendo Dubai. L’avventura della coppia è fatta anche di routine oltre che avventura; durante il viaggio, infatti, Mogli resta al riparo nella borsa sulla parte anteriore della sua moto. A volte scorge la testa per guardare il paesaggio e se i percorsi scelti dal suo amico umano sono troppo accidentati, la gattina miagola in segno di protesta.

gatto Mogli

Quando arrivano nelle destinazioni Mogli si siede sulla spalla di Martin nei luoghi pubblici e nei campeggi sgranchisce finalmente le sue zampine. “Questo è ovviamente ciò che le piace di più. Dopo avermi controllato un paio di volte per assicurarsi che restiamo davvero, va ad esplorare la zona per ore, a volte anche per un giorno intero“; racconta ancora l’uomo a The Dodo. Per un gatto è davvero straordinario riuscire ad abituarsi con facilità a questi cambiamenti costanti; ma forse l’amore trovato in Martin Klauka ha permesso alla gattina di superare anche alcuni ostacoli dovuti alla sua natura. Il 32enne conclude: “Sono felice di dove sono nella mia vita e felice di averla portata, felice di aver superato tutto questo“.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Martin & Mogli (@motomogli)

Cultura, Ambiente & Pets

Messinese trasferita a Roma per gli studi prima in Scienze della Comunicazione Sociale presso l'Università Pontificia Salesiana, con una tesi su "Coco Chanel e la rivoluzione negli abiti femminili", poi per la specializzazione in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo alla Sapienza. Collabora con l'Agenzia ErregiMedia, curando rassegne stampa nel settore dei rally e dell'automobilismo. La sue passioni più grandi sono la scrittura, la moda e la cultura.
Responsabile dei blog di VelvetMAG: VelvetPets (www.velvetpets.it) sulle curiosità del mondo animale e di BIOPIANETA (www.biopianeta.it) sui temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità.