Crescere con un cane fa bene all’intestino dei bambini

Uno studio rivela un grande aspetto positivo della convivenza tra animali e bimbi

Secondo uno studio condotto dell’Università di Toronto, vivere e crescere con un cane farebbe bene, persino, all’intestino dei bambini. Un’altra conferma, basata su dati scientifici, a dimostrazione del fatto che la convivenza tra animali e bimbi può essere ricca di aspetti positivi.

Condividere la propria vita con un animale è, spesso, di grande beneficio per la propria salute mentale e psicologica; secondo un recente studio, crescere con un cane per i bambini potrebbe, addirittura, far bene all’intestino dei piccoli. La ricerca, condotta dall’Università di Toronto, spiega i dettagli di quest’incredibile scoperta.

Gli amici a quattro zampe fanno bene sicuramente all’umore delle persone; ma non è tutto, il loro apporto positivo agli esseri umani è riscontrabile da diversi punti di vista. Pare, ad esempio, che i bimbi che crescono con un cane abbiano meno probabilità di contrarre il Morbo di Crohn.

I benefici di crescere con un cane

In diversi contesti è stato dimostrato come la vita condivisa con un animale sia, per molti, motivo di benessere e positività. Inoltre, sono diversi i pets che svolgono un importante ruolo nelle terapie assistite o nel supporto emotivo; a questi benefici largamente dimostrati se ne aggiungono altri, altrettanto sorprendenti. Per chiunque si chieda, se e quanto, sia positiva la convivenza tra un cane e un bambino, la scienza torna a dare delle risposte più che convincenti. Uno studio condotto dall’Università di Toronto, infatti, dimostrerebbe che crescere con un quattro zampe potrebbe aiutare l’intestino dei bimbi e diminuire le possibilità di contrarre il Morbo di Crohn.

Per raccogliere i dati necessari ad elaborare questa tesi, i ricercatori hanno valutato diversi fattori; ovvero: il numero dei componenti della famiglia, la presenza di un cane, la vita in una fattoria, l’acqua potabile e l’eventuale consumo di latte non pastorizzato. Confrontando i vari dati è emerso che i bambini, tra i 5 e i 15 anni, che condividevano la propria vita con un cane avevano un intestino sano con un equilibrio tra microbi nell’intestino e il sistema immunitario. Il team di ricerca ha dedotto che questa componente potrebbe derivare dal fatto che i cani espongono i bambini continuamente a germi e microbi; questi sarebbero utili a creare un sistema immunitario più forte e un rivestimento intestinale più resistente. Quello che si crea è un equilibrio tra i batteri dell’intestino e la risposta del sistema immunitario. Un aspetto che, di conseguenza, protegge i bambini e alimenta i benefici della convivenza con i cani.


Cultura, Ambiente & Pets

Messinese trasferita a Roma per gli studi prima in Scienze della Comunicazione Sociale presso l'Università Pontificia Salesiana, con una tesi su "Coco Chanel e la rivoluzione negli abiti femminili", poi per la specializzazione in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo alla Sapienza. Collabora con l'Agenzia ErregiMedia, curando rassegne stampa nel settore dei rally e dell'automobilismo. La sue passioni più grandi sono la scrittura, la moda e la cultura.
Responsabile dei blog di VelvetMAG: VelvetPets (www.velvetpets.it) sulle curiosità del mondo animale e di BIOPIANETA (www.biopianeta.it) sui temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità.