Primo via libera ai cimiteri per animali domestici nel Lazio

Cani, gatti e non solo potrebbero avere presto un luogo dedicato nel quale i proprietari potranno fare riposare le loro spoglie

Nel Lazio potrebbero sorgere presto i cimiteri per animali domestici; arriva il primo ok dalla Commissione Sanità del Consiglio Regionale; l’approvazione arriva ad una proposta di legge che prevede la possibilità di autorizzare nei Comuni la realizzazione di luoghi dove seppellire le spoglie degli animali cari. 

Primo via libera ai cimiteri per animali domestici nel Lazio

Dopo la prima approvazione da parte della Commissione Sanità del Consiglio Regionale del Lazio, adesso è attesa l’approvazione definitiva ai cimiteri per animali. L’obiettivo è quello di creare dei luoghi nei quali i proprietari, dopo la perdita del proprio pet, possano continuare il loro rapporto affettivo.

La proposta di legge fa riferimento, inoltre, non solo a cani e gatti, ma anche a tutti gli animali domestici di piccola dimensione; quindi, anche, criceti, uccelli da gabbia o coniglietti, potranno riposare nei cimiteri creati a posta per loro.

I cimiteri per animali

La possibilità di poter metabolizzare il dolore per la perdita di un animale domestico, anche grazie ad un luogo dove conservare le sue spoglie, potrebbe diventare presto reale nel Lazio. Permettere ai proprietari di seppellire i loro pets, dopo la dipartita, è un modo per accompagnarli nella sofferenza; spesso, paragonabile a quella di una persona cara. Oggi, infatti, gli animali domestici, sono grandi protagonisti nelle case degli italiani; alla luce di questo, per continuare il rapporto affettivo creatosi in vita, i cimiteri di animali possono rappresentare una forma commemorativa dignitosa. Come scrive La Zampa, Rodolfo Lena del Pd, afferma in merito a questa proposta di legge: “Si tratta, infatti, di una legge di civiltà, che consentirà di dare degna sepoltura agli animali domestici che, per noi tutti, sono ormai diventati dei veri e propri componenti della famiglia“.

In questi cimiteri si potranno accogliere le ceneri (e probabilmente, anche le spoglie) degli animali domestici; tuttavia, occorrerà un apposito certificato, emesso dal veterinario, che escluda la presenza di malattie trasmissibili all’uomo. I luoghi potranno essere gestiti da singoli Comuni o dai privati che saranno autorizzati da un nulla osta fornito dalla Asl. Come tiene a sottolineare Devid Porrello all’Agi: “La proposta di legge sui cimiteri per gli animali è di vitale importanza perché va a dare regole certe sull’argomento, al momento disciplinato solo da un Regolamento europeo; che, però, prevede l’incenerimento o la sepoltura solo nel caso in cui si abbia a disposizione un terreno privato. Con questa legge – prosegue il rappresentate del Movimento 5 stelle – vogliamo far sì che quel legame che si è creato in vita con l’animale domestico non venga spezzato e prosegua anche dopo la morte”.

Risposte igienico-sanitarie

La legge, inoltre, si propone di dare risposte anche dal punto di vista igienico-sanitario, individuando luoghi precisi dove potranno sorgere i cimiteri; previsto, anche, un registro di sepolture, oltre che continue verifiche da parte dell’Asl competente. Prosegue Devid Porrello: “In questo modo si va a eliminare il rischio di inquinamento delle falde acquifere causato dall’eventuale seppellimento non autorizzato degli animali; e anche il rischio di diffusione di malattie, nel caso in cui le spoglie vengano gettate nei cassonetti dell’immondizia“.

La proposta di legge è in attesa di passare all’esame Commissione Bilancio per discutere dell’eventuale copertura finanziaria; infine, l’ok definitivo dovrà arrivare dalla Commissione Sanità. Dopo questi passaggi, potrà diventare legge, dopo il passaggio e l’approvazione in Aula. “È un provvedimento doveroso – conclude Porrello – che garantirà una degna sepoltura dei nostri amici a quattro zampe che in vita ci hanno donato tutto il loro amore e che, anche dopo la morte, non vogliamo abbandonare“.

Cultura, Ambiente & Pets

Messinese trasferita a Roma per gli studi prima in Scienze della Comunicazione Sociale presso l'Università Pontificia Salesiana, con una tesi su "Coco Chanel e la rivoluzione negli abiti femminili", poi per la specializzazione in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo alla Sapienza. Collabora con l'Agenzia ErregiMedia, curando rassegne stampa nel settore dei rally e dell'automobilismo. La sue passioni più grandi sono la scrittura, la moda e la cultura.
Responsabile dei blog di VelvetMAG: VelvetPets (www.velvetpets.it) sulle curiosità del mondo animale e di BIOPIANETA (www.biopianeta.it) sui temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità.