Ucraina, prime donazioni per gli animali consegnate da Oipa International

Arrivano in Romania gli aiuti per le creature abbandonate o che stanno scappando dalla guerra con i loro proprietari

Tra le vittime della guerra in Ucraina anche gli animali; dopo gli appelli sono finalmente arrivate le prime donazioni a favore di tutte le creature che stanno superando i confini del territorio ucraino insieme ai loro proprietari o che sono stati abbandonati.

Ucraina, prime donazioni per gli animali consegnate da Oipa International

Forse, guardando da lontano, è impossibile rendersi conto veramente quanto l’orrore della guerra stia devastando il popolo ucraino; tra di loro anche molti proprietari di animali. Alcuni prendono la scelta sofferta di scappare abbandonando, purtroppo, i quattro zampe, altri stanno tentando la fuga insieme al loro animale domestico. Per tutti gli animali, abbandonati o con i loro proprietari profughi, l’Oipa ha lanciato importanti appelli.

Oggi la sede internazionale dell’Organizzazione ha annunciato che sono arrivate le prime donazioni in Romania. Gli aiuti arrivano per tutti gli animali abbandonati o scappati con i loro proprietari e a consegnarli Oipa International.

Le donazioni per gli animali in fuga dall’Ucraina

Dopo gli appelli lanciati da Oipa, sono arrivati nelle ore scorse le prime donazioni per gli animali in fuga dall’Ucraina. Consegnati, in Romania, 15 mila euro; acquistati: trasportini, ciotole, coperte, guinzagli, medicinali, integratori, pettorine e altri materiali necessari. Come rivela la nota diffusa da Oipa, l’associazione Sava’s Safe Haven, lega-membro romena di Oipa International, ha ricevuto 15 mila euro di donazioni grazie alla raccolta fondi Emergenza Ucraina.

cani profughi Ucraina

Il rifugio in cui opera l’associazione, e che ospita circa 250 cani, si trova nella città di Galati in Romania; e da lì i volontari riescono a recarsi ai confini con l’Ucraina, nelle località di Isaceea, Giurgiulesti e Oancea, per accogliere famiglie e persone che scappano dalla parte a sud del Paese con i loro animali. Sava’s Safe Haven offre i primi soccorsi necessari tra cui controlli veterinari e supporto nella compilazione delle documentazioni per tutti gli animali che arrivano.

Il supporto del volontari

Da Oipa fanno sapere, inoltre, che nei giorni scorsi i volontari sono riusciti ad acquistare un’unità di emergenza con trenta postazioni per il primo soccorso; queste sono state sistemate nei pressi del rifugio. Valentina Bagnato, responsabile Relazioni internazionali di Oipa International, ha dichiarato: “Alexandra, la responsabile di Sava’s, ci ha inviato un video in cui ringrazia per gli aiuti arrivati dall’Oipa attraverso la raccolta fondi Emergenza Ucraina e che consente ai volontari di aiutare tantissimi animali vittime della guerra“.

donazioni cani profughi Ucraina

Sottolineando ancora l’importanza e la grandezza del lavoro dei volontari, Valentina Bagnato racconta, concludendo: “In queste ultime ore l’associazione ha soccorso anche una donna che è arrivata al confine con 12 cani e che ha perso tutto. La nostra lega-membro l’ha portata a Bucarest e ha trovato una sistemazione a lei e ai suoi cani“.

LEGGI ANCHE: AIDAA: Festa della Donna in nome di Anastasiia Yalanskaya, la volontaria uccisa in Ucraina

Cultura, Ambiente & Pets

Messinese trasferita a Roma per gli studi prima in Scienze della Comunicazione Sociale presso l'Università Pontificia Salesiana, con una tesi su "Coco Chanel e la rivoluzione negli abiti femminili", poi per la specializzazione in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo alla Sapienza. Collabora con l'Agenzia ErregiMedia, curando rassegne stampa nel settore dei rally e dell'automobilismo. La sue passioni più grandi sono la scrittura, la moda e la cultura.
Responsabile dei blog di VelvetMAG: VelvetPets (www.velvetpets.it) sulle curiosità del mondo animale e di BIOPIANETA (www.biopianeta.it) sui temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità.