La storia di un’amicizia speciale: una zebra e un cucciolo di rinoceronte [VIDEO]

Due animali apparentemente molto diversi sembrano diventati inseparabili, oltre che un sostegno reciproco

Una coppia di amici speciali si trova al Care for Wild Rhino Sanctuary della riserva di Barberton a Mpumalanga, in Sudafrica: una zebra e un rinoceronte. Sono entrambi due giovanissimi esemplari e il loro sostegno reciproco li sta aiutando in un periodo difficile per la loro salute; soprattutto per il cucciolo di rinoceronte, portato al santuario con ancora il cordone ombelicale attaccato. Si chiamano Modjadji e Daisy e la loro storia sembra essere davvero emozionante.

Le condizioni di Daisy

Come rivelano dal santuario, Daisy è stata avvistata durante un’operazione di routine al Kruger; il cucciolo è l’ultimo arrivato al Care for Wild Sanctuary ed aveva appena 12 ore quando è entrata a far parte della riserva di Barberton. Sola, indifesa, incapace di reggersi sulle sue zampe; “Nonostante la stazza, era incredibilmente debole ed estremamente vulnerabile“, rivelano dal centro. È ignoto il motivo per cui si trovasse da sola e ancora con il cordone ombelicale attaccato; e la sua tenerissima età sta richiedendo delle cure speciali da parte degli operatori del santuario.

La piccola di rinoceronte, infatti, è nutrita ogni ora e tutti si prendono cura di lei. Anche Modjadji, sembra aver capito quanto Daisy abbia bisogno di attenzione ed è così che è nata la splendida amicizia tra la zebra e il rinoceronte. Un rapporto speciale che lega i due cuccioli e che sembra essere di tanto giovamento per la piccola che senza il colostro della madre rischia di essere vulnerabile a tante malattie.

L’affetto tra la zebra e il rinoceronte

Questo minuscolo rinoceronte in miniatura è entrato immediatamente nei nostri cuori. Con i suoi piedi enormi, le labbra cadenti e le orecchie pelose, sembra una creatura preistorica, eppure è così incredibilmente vulnerabile“, raccontano ancora dal Care for Wild Sanctuary. Dasy è stata costretta alla terapia intensiva ed ha dovuto ricevere trasfusioni di plasma e antibiotici; fino ad essere trasferita in un’incubatrice che le ha permesso di ricevere il calore necessario. Ma quando ha iniziato a muovere i suoi primi passi, nella sua vita è entrato un altro ospite della terapia intensiva del santuario: Modjadji; il giovane esemplare di zebra era rimasto ferito durante una forte tempesta e questo lo ha portato a separarsi dal resto del branco.

La zebra e il rinoceronte ora si sostengono a vicenda e le tenerissime immagini che li vedono coccolarsi e strofinarsi i nasi addosso riempiono il cuore. I due animali, seppur ben diversi, sembrano accomunati dalla sorte comune che li ha visti protagonisti; forse per questo, i due cuccioli sono oggi inseparabili. La loro amicizia sembra far bene ad entrambi, questo quanto riferiscono anche i veterinari del santuario; condividere la giornata insieme sembra essere fonte di miglioramento sia per Modjadji che per Daisy. Un’amicizia che gli operatori del centro sperano possa essere di immenso aiuto a superare le difficoltà che derivano dalle loro condizioni vulnerabili. Una storia che sembra essere la trama di un film e alla quale ci auguriamo possa seguire uno splendido lieto fine.

LEGGI ANCHE: Boji, il cane randagio star del web che ama i mezzi pubblici


Cultura, Ambiente & Pets

Messinese trasferita a Roma per gli studi prima in Scienze della Comunicazione Sociale presso l'Università Pontificia Salesiana, con una tesi su "Coco Chanel e la rivoluzione negli abiti femminili", poi per la specializzazione in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo alla Sapienza. Collabora con l'Agenzia ErregiMedia, curando rassegne stampa nel settore dei rally e dell'automobilismo. La sue passioni più grandi sono la scrittura, la moda e la cultura.
Responsabile dei blog di VelvetMAG: VelvetPets (www.velvetpets.it) sulle curiosità del mondo animale e di BIOPIANETA (www.biopianeta.it) sui temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità.