CuriositàPrimo Piano

“Il Mio Primo Cucciolo”: guida illustrata per bambini ‘alle prese’ con un cane

Da un'idea di Laura Guerra nasce una sorta di manuale che insegna ai più piccoli ad interagire nella maniera più adeguata con i loro quattro zampe

Laura Guerra, primo educatore cinofilo in Italia specializzato nella relazione tra cani e bambini, ha dato vita alla guida illustrata Il Mio Primo Cucciolo. Si tratta di un libro che si preoccupa di insegnare ai piccoli come interagire nella maniera opportuna con i quattro zampe di casa; cercando di insinuare quegli stimoli di connessione che possono essere alla base di un’amicizia bellissima.

Indipendentemente dall’ordine cronologico di arrivo, ovvero se il bambino sia nato prima o dopo dell’arrivo del cane in casa, lo scopo de Il Mio Primo Cucciolo è quello di gettare le basi per l’interazione all’interno del nucleo familiare. In qualsiasi caso, come si apprende dalla nota che lancia il libro, l’interazione tra bimbo/a e quattro zampe deve avvenire in maniera scientifica; ovvero servendosi di metodi studiati, cercando di non destabilizzare né il ruolo del cane nella famiglia, né il ruolo del figlio.

illustrazioni Il Mio Primo Cucciolo

Il Mio Primo Cucciolo: stimolare la convivenza tra bimbi e cani

Il libro di Laura Guerra si serve anche delle illustrazioni di Micol Ceoletta, spesso fondamentali nella narrazione con i piccoli. L’autrice della guida illustrata, insegnante anche della scuola primaria, ha creato, come educatore cinofilo nel 2016, BIM – BAU; il primo servizio professionale in Italia che si occupa della relazione tra cani e bambini. Grazie all’ideazione di un suo metodo, del “SICURO”, ha la possibilità di guidare il bimbo e il suo cucciolo in un percorso di crescita e di arricchimento reciproco; inoltre, fornisce alle coppie che sono in attesa di un nascituro gli strumenti necessari per un’armonica convivenza tra bimbi e quattro zampe.

Come spiega Laura Guerra: “Dopo anni di lavoro ho maturato la convinzione che la colpa degli incidenti fra cani e bambini (o, più semplicemente, delle adozioni che non funzionano), molto spesso non è né dei bambini, né delle loro famiglie. La verità è che oggi in Italia i genitori sono lasciati a loro stessi, senza alcun tipo di supporto valido in questa direzione. La mia missione è quella di creare un mondo più sicuro e felice, in cui i genitori possano affrontare con più serenità il difficile ruolo di crescere un figlio e di educare un cane; insegnando loro il rispetto e l’amore reciproco e permettendo a bambini e cani di vivere esperienze meravigliose in totale sicurezza e armonia”.

LEGGI ANCHE: Oipa presenta manifestazione d’interesse per tutelare i daini

Francesca Perrone

Cultura, Ambiente & Pets Messinese trasferita a Roma per gli studi prima in Scienze della Comunicazione Sociale presso l'Università Pontificia Salesiana, con una tesi su "Coco Chanel e la rivoluzione negli abiti femminili", poi per la specializzazione in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo alla Sapienza. Collabora con l'Agenzia ErregiMedia, curando rassegne stampa nel settore dei rally e dell'automobilismo. La sue passioni più grandi sono la scrittura, la moda e la cultura. Responsabile dei blog di VelvetMAG: VelvetPets (www.velvetpets.it) sulle curiosità del mondo animale e di BIOPIANETA (www.biopianeta.it) sui temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità.
Back to top button
Privacy