Orca in cattività rimane fuori dall’acqua, per gli animalisti: “Ha tentato il suicidio”

La Dolphin Project ha denunciato un episodio accaduto nel 2016, nel quale si ipotizza che l'animale abbia pensato di fuggire alla 'prigionia'

Secondo gli animalisti di Dolphin Project, un’orca di nome Morgan avrebbe tentato il suicidio decidendo di rimanere fuori dall’acqua. L’animale, che vive in cattività dal 2010 presso il Loro Parque all’isole Canarie, non sarebbe rientrato nella vasca; pare, infatti, che la creatura avrebbe indugiato per lungo tempo fuori dalla piscina nella quale passa le sue giornate.

Dal parco è arrivata una risposta immediata, che ha definito la denuncia esagerata, definendo il comportamento dell’orca: “assolutamente normale“. Tuttavia, diverse altre associazioni animaliste hanno tenuto a ribadire come animali di questa specie possano morire schiacciati dal loro stesso peso; situazione che si può verificare senza alcuna ombra di dubbio quando restano troppo tempo fuori dall’acqua.

Morire pur di salvarsi dalla prigionia? Lo strano comportamento dell’orca

Il fatto è diventato virale sui social dopo la diffusione di un video pubblicato da Dolphin Project nel 2016, nel quale si vede chiaramente l’orca a bordo piscina. Nonostante l’evento risalga a diversi anni fa, ritorna a circolare in questi giorni; questo perché Morgan è stato visto sbattere più volte la testa contro le sbarre, nel tentativo forse di fuggire. L’orca protagonista della vicenda, non è nata in cattività, ma, trovata nel mare di Wadden al largo dei Paesi Bassi, è stata trasferita dall’oceano al Loro Parque, dopo essere stata vista malnutrita e in cattive condizioni nel 2010.

Tuttavia, nonostante (in questo caso) la vita in cattività si presenti come un salvataggio, per gli animali (specialmente quelli nati liberi) non è facile abituarsi ad una vita fuori dal loro ambiente naturale. Il fatto che l’orca abbia deciso prima di rimanere fuori dall’acqua e poi di sbattere ripetutamente la testa contro le sbarre è per la Dolphin Project, “Uno dei tanti esempi di cosa c’è di sbagliato nella prigionia. Non si vedrebbe mai questo comportamento bizzarro in natura“.

LEGGI ANCHE: A Jesolo uno spettacolo raro: la schiusa delle tartarughe [VIDEO]

Exit mobile version