Giornata Internazionale del Cane: occorre promuovere l’adozione

Una ricorrenza per ricordare l'importanza e la grande risorsa custodita nell'avere un legame speciale con un quattro zampe

Chi non ha avuto un cane non sa cosa significhi essere amato“; in questa massima di Arthur Schopenhauer potrebbe essere racchiusa tutta l’essenza del rapporto unico e speciale che un quattro zampe è in grado di costruire con il suo amico umano. La Giornata Internazionale del Cane, che si festeggia il 26 agosto, è nata nel 2004 negli Stati Uniti come National Dog Day, per iniziativa dell’esperta di animali Colleen Paige; tra gli obiettivi promossi dalla ricorrenza, oltre al porre l’accento sulla grande risorsa scaturita dal condividere la propria vita con un pet, vi è anche il desiderio di sensibilizzare contro l’abbandono e la promozione dell’adozione.

Secondo le stime dell’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) tra i 900 milioni di cani presenti al mondo, circa 200 milioni sarebbero randagi; ricorrenze come la Giornata Internazionale del Cane hanno contribuito a salvare molti animali, proprio per questo iniziative come queste sono fondamentali per attuare processi di sensibilizzazione.

L’importanza di donare affetto ad un cane

Come spiega Colleen Paige dal suo sito web, eventi come la Giornata Internazionale del Cane hanno una grande risonanza mediatica e si rendono complici di un macchinoso e positivo processo di sensibilizzazione. Il 26 agosto diventa, dunque, una giornata dedica a colui che da sempre è definito il migliore amico dell’uomo sin dai tempi più antichi; ed è in nome di tale rapporto unico, che in questo giorno, possiamo (o meglio, dovremmo) soffermarci sul fenomeno dell’abbandono e sulla conseguente importanza dell’adozione.

Secondo diverse indagini, nell’anno in cui la pandemia ha cambiato le vite di tutti, sono stati oltre tre milioni i cani adottati solo in Italia. Come si legge su Il Giorno, inoltre, secondo il rapporto Eurispes 2021, circa 4 italiani su 10 vivono con un animale; dal 2018, le persone che hanno accolto un quattro zampe in casa sono aumentate dell’8%. Sebbene si tratti di dati positivi, non è possibile nascondere come il fenomeno dell’abbandono sia ancora una piaga diffusa; sono ancora molti i cani lasciati sul ciglio della strada. Tante le creature lanciate contro quello che, nella maggior parte dei casi, si trasforma in un triste destino. Un cane è un amico, è un compagno, persino un confidente; abbandonarne uno è un atto eticamente e moralmente ingiusto e crudele e oggi anche punito dalla legge.

LEGGI ANCHE: Giornata Internazionale del Cane. Come raccontare il vostro ‘amico’ con uno scatto

Exit mobile version