CuriositàPrimo Piano

Giornata Internazionale del Cane. Come raccontare il vostro ‘amico’ con uno scatto

Le influencer e dog-lover Sabrina Musco e Maria Giovanna Abagnale condividono i segreti per immortalare al meglio i propri amici a 4 zampe

Il 26 agosto si celebra la Giornata Internazionale del Cane. Per celebrarla il brand di telefonia Wiko ha coinvolto due note influencer e dog-lover Sabrina Musco (@sabrinamusco su Instagram) e Maria Giovanna Abagnale (@myglamourattitude su Instagram). Entrambe hanno reso i propri adorati amici a 4 zampe – Ice, uno splendido husky e Ares, un’adorabile chihuahua – dei cani-influencer. E si sono prodigate in consigli per aiutare a ritrarre i vostri amati amici a 4 zampe.

Consigli per ritrarre al meglio il proprio cane

Ogni cane, ma ogni pets in generale deve essere ritratto considerando la taglia e il temperamento. A volte basta, confermano entrambe le testimonial dell’iniziativa, il comando siediti per avere il tempo di trovare la posa migliore. Altre che il pelosetto abbia corso magari al parco e sia tranquillo e felice. Bisogna pensare che non aver fatto i propri bisogni può renderli molto nervosi e addio foto.
In ogni caso è sempre utile munirsi di un premio goloso, di solito è capace di “corrompere” anche il cane più agitato, anche solo per aver abbaiato contro eventuali intrusi in casa, o presunti tali. Spesso poi hanno bisogno della consolazione di avere vicini i giochini preferiti per catturare quegli occhi che seducono noi padroni ogni giorno.

Ma veniamo ai consigli tecnici: è preferibile una prospettiva frontale o zenitale (quando il cane è supinò). Prediligete il primo piano o situazioni buffe o molto dolci, come ad esempio quando dorme a pancia all’aria. Altro momento fortemente da foto è quando sono rilassati e seduti. Ultime dritte: utilizzate sfondi a contrasto per risaltare il loro manto e la loro figura. In caso di shooting all’interno, non va utilizzato il flash per evitare di disturbare con eccessiva luce i nostri amici pelosetti.

LEGGI ANCHE: La vera storia di Italo, il cane che ha ispirato l’omonimo film con Marco Bocci

Angela Oliva

Direttore Responsabile Pugliese di nascita, muove le sue prime esperienze giornalistiche tra Palio, Sport e Cronaca bianca a Siena durante il periodo universitario divenendo pubblicista subito dopo la laurea con lode in Scienze della Comunicazione. Con il trasferimento a Roma inizia il praticantato che la porterà a diventare professionista nel 2008. Si è occupata di gambling, dipendenze, politica estera (ha una seconda laurea sempre con lode in Scienze internazionali e diplomatiche), ippica, economia. Ha collaborato con giornali, TV (Telenorba), l'agenzia di stampa nazionale Il Velino-AGVNews e con diverse realtà specializzate. Diverse le esperienze in agenzie come account ed advisor del settore bancario, di associazioni di categoria, di comunicazione pubblica, turismo, trasporti, cybersecurity, compliance & risk management, telecomunicazioni, 5G e di gaming. In parallelo si è occupata di Comunicazione strategica e Marketing come manager in azienda - trasferendosi a Rimini - assumendo spesso anche la responsabilità delle Relazioni esterne. Ha approfondito, con due diversi master, anche i temi della Corporate Social Responsibilty e della Sostenibilità.
Back to top button
Privacy