Animali che respirano con la pelle: quali sono e come avviene questo processo

La respirazione animale varia da specie a specie, oltre le branchie, i polmoni e la trachea alcuni mettono in atto anche la respirazione cutanea

Esistono animali che respirano con la pelle; questa particolare forma di respirazione è detta anche cutanea e riguarda specie differenti tra di loro. I meccanismi respiratori variano da creatura a creatura e dipendono da diversi fattori; l’ambiente (marino o terrestre), la grandezza dell’animale, il genere (volatili, pesci, mammiferi) o la metamorfosi messa in atto da alcuni animali possono caratterizzare la modalità di respirazione.

Animali che respirano con la pelle: quali sono e come avviene questo processo

Oltre alla respirazione branchiale (di alcuni pesci ad esempio), polmonare (di molti mammiferi) o tracheale (di alcuni insetti), esiste la respirazione attraverso la pelle ed è messa in pratica, in genere, da animali che vivono in ambienti umidi. Si tratta, solitamente, di creature molto piccole; questo perché grazie alla loro taglia la distanza di diffusione è più ridotta. Di conseguenza, quando crescono, molte specie tramutano la respirazione cutanea in un altro tipo di respirazione.

Alcuni degli animali che respirano con la pelle

Lo scambio gassoso tra l’ossigeno incamerato e l’anidride carbonica rilasciata può avvenire solo quando la pelle è umida; questo tipo di respirazione è, dunque, tipica di echinodermi, anellidi e certi anfibi che vivono in luoghi umidi. Tra gli animali che si servono della respirazione cutanea i lombrichi; essi sono diversi da altri vermi e respirano con la pelle per tutta la vita. La salamandra marrone e la sanguisuga respirano solo ed esclusivamente con la pelle; il riccio di mare, invece, respira sia con le branchie che con la pelle. A respirare sia con i polmoni che con la pelle il tritone iberico e la salamandra americana gigante; il topo marsupiale di Douglas, che è un mammifero, respira con la pelle solo nei primi giorni di vita. La rana comune, la rana dorata e la rana freccia respirano con la cute per tutta la vita; il rospo ostetrico comune, invece, respira con le branchie da girino e con i polmoni da adulto, ma la respirazione cutanea lo accompagna per tutta la vita.

LEGGI ANCHE: Le api del capo e il singolare fenomeno di “auto-clonazione” messo in atto da questi insetti

Cultura, Ambiente & Pets

Messinese trasferita a Roma per gli studi prima in Scienze della Comunicazione Sociale presso l'Università Pontificia Salesiana, con una tesi su "Coco Chanel e la rivoluzione negli abiti femminili", poi per la specializzazione in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo alla Sapienza. Collabora con l'Agenzia ErregiMedia, curando rassegne stampa nel settore dei rally e dell'automobilismo. La sue passioni più grandi sono la scrittura, la moda e la cultura.
Responsabile dei blog di VelvetMAG: VelvetPets (www.velvetpets.it) sulle curiosità del mondo animale e di BIOPIANETA (www.biopianeta.it) sui temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità.