Mustang, caratteristiche e curiosità sul cavallo selvaggio che ama la libertà

Equino affascinante dalle origini Nord Americane

Il cavallo Mustang è una delle razze americane ancora poco diffuse nel mondo, ma diventata famosa anche attraverso la cinematografia, con i film Western ad esempio. Equini originari del Nord America devono il loro nome ad un termine spagnolo, tradotto poi in inglese; mustang è, infatti, la versione anglosassone di mesteño, o mestengo (come si dice in Messico), che significa “non domato”. Questo definisce in qualche modo il carattere dell’animale: amante della libertà e indipendente.

In grado di percorrere grandi distanze con velocità, il Mustang è un cavallo dalla grande resistenza fisica. Nonostante si tratti di animali estremamente indipendenti, questi equini non sono assolutamente scontrosi o cattivi. Dalle origini affascinanti, si ritiene che i primi esemplari risalgano al Cinquecento, quando alcuni cavalli spagnoli furono portati in Messico; al tempo, si narra di una fuga da parte di alcuni esemplari che raggiunsero le regioni più a Nord dove si insediarono riproducendosi.

Doti del cavallo Mustang

Dopo il calo improvviso di esemplari di Mustang nel XX sec., la razza è protetta, oggi, in tutto il territorio degli Stati Uniti in cui è vietato abbatterli; esiste un programma ad hoc per controllare le popolazione di cavalli Mustang. Questi equini, che negli anni sono stati impiegati anche durante le guerre, sono estremamente apprezzati per le caratteristiche fisiche e l’indole infaticabile.

Si tratta di animali la cui altezza al garrese non è mai inferiore ai 135 cm (di contro, la loro altezza non supera mai i 150 cm); i Mustang sono cavalli robusti e muscolosi e il loro peso non supera mai, in genere, i 500 kg. Tra le peculiarità del suo aspetto, la testa montanina e gli zoccoli molto duri; le orecchie, invece, sono piccole e dritte e il collo corto e muscoloso. Per quanto riguarda il carattere, si tratta sicuramente di cavalli coraggiosi e amanti della libertà, proprio per questo (come del resto indica il nome stesso), spesso, potrebbe risultare complicato domarli e/o addestrarli.

LEGGI ANCHE: Coniglio Volpe: caratteristiche e curiosità sulla specie rara che non nasce in natura

Cultura, Ambiente & Pets

Messinese trasferita a Roma per gli studi prima in Scienze della Comunicazione Sociale presso l'Università Pontificia Salesiana, con una tesi su "Coco Chanel e la rivoluzione negli abiti femminili", poi per la specializzazione in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo alla Sapienza. Collabora con l'Agenzia ErregiMedia, curando rassegne stampa nel settore dei rally e dell'automobilismo. La sue passioni più grandi sono la scrittura, la moda e la cultura.
Responsabile dei blog di VelvetMAG: VelvetPets (www.velvetpets.it) sulle curiosità del mondo animale e di BIOPIANETA (www.biopianeta.it) sui temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità.