CuriositàPrimo Piano

Le razze più diffuse di gatto rosso: caratteristiche comuni e curiosità

I micioni o micini rossi sono di tante razze, ma tuttavia sembrano avere alcune peculiarità in comune

Oltre al colore della pelliccia, le varie razze di gatto rosso sembrano condividere alcuni tratti distintivi anche dal punto di vista caratteriale. Anche se sarebbe più opportuno definire questi mici arancioni, piuttosto che rossi, si può dire che, in genere, la razza di felino non si definisce dal suo colore (almeno nella maggior parte dei casi); per cui, in linea di massima, ogni gatto potrebbe essere potenzialmente rosso o arancione.

Fatta questa premessa di base, è anche opportuno precisare che alcune razze di micio rispetto ad altre, hanno la tendenza ad annoverare tra i colori del suo manto l’arancione. Alla luce di questo è più probabile che il gatto rosso appartenga a razze come il Maine Coon, il British Shorthair, il Persiano, lo Scottish Fold, l’Europeo. È utile ricordare che esistono gatti rossi di razza e altri che sono incroci o mici senza pedigree; ad esempio, il più comune gatto rosso di casa è il Soriano, senza pedigree.

Caratteristiche del gatto rosso

Proprio perché si fa riferimento ad una tipologia di gatto in particolare, si potrebbe dire che il gatto rosso condivida con i suoi simili alcuni tratti comportamentali. Sebbene ogni animale sia dotato di una precisa personalità, è possibile affermare che molti gatti dal pelo arancione striato, abbiano doti pressoché uguali (questo soprattutto quando si parla del “meticcio” Soriano). Solitamente un micetto rosso nasce tigrato, con le striature bianche ed arancioni, per poi diventare più rosso da adulto. Una particolare caratteristica che accomuna i gatti rossi è il fatto che, in genere, questi mici sono maschi; complice un fattore genetico che porta ad avere questa colorazione raramente nelle gatte femmine. Il gene del pelo rosso, infatti, pare venga ereditato tramite il cromosoma X. A contraddistinguere questi particolari felini anche il loro affiatamento al proprietario; sono, in genere, tranquilli e rilassati, ma non bisogna mai sottovalutare l’intraprendente indole felina.

LEGGI ANCHE: Frisone, caratteristiche e peculiarità del cavallo antichissimo e dal portamento elegante

Francesca Perrone

Cultura, Ambiente & Pets Messinese trasferita a Roma per gli studi prima in Scienze della Comunicazione Sociale presso l'Università Pontificia Salesiana, con una tesi su "Coco Chanel e la rivoluzione negli abiti femminili", poi per la specializzazione in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo alla Sapienza. Collabora con l'Agenzia ErregiMedia, curando rassegne stampa nel settore dei rally e dell'automobilismo. La sue passioni più grandi sono la scrittura, la moda e la cultura. Responsabile dei blog di VelvetMAG: VelvetPets (www.velvetpets.it) sulle curiosità del mondo animale e di BIOPIANETA (www.biopianeta.it) sui temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità.
Back to top button
Privacy