Bulldog Francese, caratteristiche e curiosità dei piccoli cani “russatori”

Una razza amatissima i Bulldog Francesi si caratterizzano anche per alcuni particolari insoliti

Si tratta di una razza di cane divenuta oggi amatissima in tutto il mondo; il Bulldog Francese, oltre ad essere un ottimo animale da compagnia, è un quattro zampe ricco di curiosità. Di piccola taglia, questa specie si distingue per un carattere affettuoso; molto intelligente e un po’ pigro, richiede diverse attenzioni specifiche. Vive perfettamente sia con i bambini che con gli anziani e la sua capacità di affezionarsi al proprietario lo rende amorevole e ricercatissimo.

Sulla sua origine aleggia ancora oggi qualche dubbio; infatti, nonostante il nome, sembra che il Bulldog Francese sia nato invece in Inghilterra, come discendete del “cugino” inglese incrociato con altri cani di taglia piccola quali: il Carlino e il Terrier. Oggi amato da diverse star e personaggi famosi, già nel 1800 questo cane, conosciuto negli Stati Uniti con il nome di Frenchie, era popolare presso le classi benestanti. Si tratta di un animale che si trova a suo agio in appartamento, ma benché sia molto vivace, è estremamente pigro, quindi ama molto dormire e rilassarsi.

Caratteristiche e peculiarità del Bulldog Francese

Questi cani sono noti per il naso schiacciato e le buffe orecchie a “pipistrello” (allargate alla base e tonde in punta); il maschio, più grande della femmina, può raggiungere i 14 kg di peso con una lunghezza di massimo 30 cm. La corporatura dei Bulldog Francesi è massiccia e compatta e per questo sono soprannominati anche “piccolo ercole”. Il naso, corto e schiacciato, lo porta spesso a respirare male; proprio per questo, a volte, questi cani russano (in alcuni casi, proprio come un uomo). Si tratta di quattro zampe a pelo corto e il colore variano dal bianco con pezzature nere o rossicce, grigio e persino tigrato. La coda è molto corta e gli permette di assumere un aspetto simpatico e caratteristico. Trattandosi di animali molto pigri è bene sottoporli a diversi stimoli, in modo da farlo giocare ed evitare una vita troppo sedentaria.

Cultura, Ambiente & Pets

Messinese trasferita a Roma per gli studi prima in Scienze della Comunicazione Sociale presso l'Università Pontificia Salesiana, con una tesi su "Coco Chanel e la rivoluzione negli abiti femminili", poi per la specializzazione in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo alla Sapienza. Collabora con l'Agenzia ErregiMedia, curando rassegne stampa nel settore dei rally e dell'automobilismo. La sue passioni più grandi sono la scrittura, la moda e la cultura.
Responsabile dei blog di VelvetMAG: VelvetPets (www.velvetpets.it) sulle curiosità del mondo animale e di BIOPIANETA (www.biopianeta.it) sui temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità.