Le malattie più comuni nei cuccioli di gatto: dalle difficoltà respiratorie ai problemi intestinali

I mici appena nati o con pochi mesi di vita potrebbero essere più predisposti ad alcune patologie

Il cucciolo di gatto, appena nato o nei primi mesi di vita, potrebbe essere più predisposto ad alcune patologie importanti da individuare. La cosa fondamentale è rimanere sempre allerta rispetto ai sintomi e, come consigliano anche gli esperti, seguire un calendario di vaccinazioni utili a preservare la salute del micio. Benché esistono alcuni sintomi che si possono considerare generici, come ad esempio la letargia o l’inappetenza, è bene non sottovalutare mai nessun comportamento anomalo nel felino.

Le malattie più comuni nei cuccioli di gatto: dalle difficoltà respiratorie ai problemi intestinali

Un cucciolo di gatto appena nato ha un organismo più debole e spesso predisposto ad infezioni o altre forme di patologie; per questo è bene prendersene cura, in maniera accurata, fin dalle prime ore di vita. Le malattie più diffuse provengono dagli agenti esterni e quindi da virus o batteri; altre possono interessare specifici apparati: respiratorio, oculare o gastrointestinale. Tuttavia, è bene tenere presente che solo il parere di un veterinario determinerà la malattia e l’eventuale cura da somministrare al micio.

Patologie più diffuse

Le patologie più comuni possono scaturire dall’attacco da parte di parassiti; per questo è importante sottoporre il cucciolo di gatto ad una sverminazione, in modo da evitare attacchi di coccidi, ascaridi o tenia. Infezioni virali possono sfociare sia in malattie respiratorie che gastrointestinali; nel primo caso i sintomi più evidenti sono secrezioni oculari o nasali, nel secondo caso: diarrea, gonfiore addominale o perdita di peso. Anche le patologie oculari, come ad esempio la congiuntivite, possono colpire un gattino con le difese immunitarie ancora poco sviluppate. Nel caso di malattie agli occhi, lacrimazione, rossori, gonfiori, nella zona oculare sono i sintomi più evidenti.

Malattie trasmissibili al cucciolo di gatto

Vi sono inoltre malattie che potrebbero sopraggiungere nel momento del parto: gattini prematuri, gattini con insufficienze nutritive, vicinanza parentale tra i genitori, sotto tutte possibili cause di patologie nel cucciolo di gatto. Tra le malattie che la mamma può trasmettere al micino c’è l’onfaloflebite; questa patologia, derivata da un’infiammazione, si manifesta con un gonfiore nella zona dell’addome che spesso può cambiare colore. È bene tenere presente che qualsiasi patologia possa colpire un cucciolo di gatto, può degenerare; di conseguenza è opportuno non desistere mai dal contattare un veterinario alla comparsa di qualsiasi sintomo anomalo.

Cultura, Ambiente & Pets

Messinese trasferita a Roma per gli studi prima in Scienze della Comunicazione Sociale presso l'Università Pontificia Salesiana, con una tesi su "Coco Chanel e la rivoluzione negli abiti femminili", poi per la specializzazione in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo alla Sapienza. Collabora con l'Agenzia ErregiMedia, curando rassegne stampa nel settore dei rally e dell'automobilismo. La sue passioni più grandi sono la scrittura, la moda e la cultura.
Responsabile dei blog di VelvetMAG: VelvetPets (www.velvetpets.it) sulle curiosità del mondo animale e di BIOPIANETA (www.biopianeta.it) sui temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità.