Pets HealthyPrimo Piano

Il gatto perde il pelo a chiazze: cause e possibili cura alle patologie

Perdere il pelo potrebbe essere per il gatto un normale processo di muta, ma in certi casi è sintomo di alcuni stati di malessere

Specialmente quando si tratta di gatti a pelo lungo non è difficile, soprattutto in certi periodi dell’anno, assistere ad una perdita di pelo; tuttavia a volte l’eccessiva caduta dei peli, specie se in zone localizzate del corpo, potrebbe rappresentare il campanello d’allarme di alcuni stati di malessere nel felino. Durante l’inverno il manto si infoltisce, per far fronte ad un clima più rigido, in estate invece diventa più rado; se dunque un naturale processo di adattamento al clima può risultare normale, esistono a volte delle anomalie che potrebbe segnale la presenza di un problema.

Se il gatto perde il pelo nei cambi stagione non vi è nulla di preoccupante; la situazione cambia quando il felino inizia ad avere un manto troppo ispido o completamente rado in certe zone del corpo. Se il manto è pulito, lucido e brillante allora le condizioni del micio dovrebbero essere buone; se invece il pelo appare opaco, arruffato e soprattutto assente a chiazze, potrebbe essere il sintomo di alcuni stati di malessere nell’animale. Tra le cause che procurano la caduta del pelo: stress, allergie e malattie; in ogni caso esistono diverse soluzioni per prendersi cura del gatto in queste situazioni.

Cause della perdita di pelo nel gatto

Quado il gatto è stressato, a causa di traumi o condizioni che non gli permettono di sentirsi a suo agio, potrebbe perdere il pelo; in questo caso la migliore soluzione è dare maggiori attenzioni al micio. Potrebbe succedere inoltre che il felino sia vittima di allergie e malattie (come l’alopecia o la follicolite) che colpiscono la sua cute; in questi casi, alla perdita del pelo dovrebbero accompagnarsi altri sintomi come: prurito o desiderio frequente di leccarsi. In questo modo il fusto del pelo si rovina e l’animale potrebbe perderlo a chiazze lungo tutto il corpo. Di fronte a questa condizione è indispensabile consultare sempre un veterinario che fornirà diagnosi e cure specifiche. Tuttavia esistono dei rimedi per ridurre l’eccessiva perdita del pelo nel gatto; spazzolarlo e controllarlo almeno un paio di volte a settimana è un buon sistema per prevenire alcuni problemi. Inoltre controllare sempre l’alimentazione del gatto è una regola fondamentale affinché il suo pelo sia sano. Cibo umido, acqua e assunzioni di minerali rendono il vello lucido; viceversa, l’assenza di questi elementi, potrebbe generare un manto opaco e secco.

Francesca Perrone

Cultura, Ambiente & Pets Messinese trasferita a Roma per gli studi prima in Scienze della Comunicazione Sociale presso l'Università Pontificia Salesiana, con una tesi su "Coco Chanel e la rivoluzione negli abiti femminili", poi per la specializzazione in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo alla Sapienza. Collabora con l'Agenzia ErregiMedia, curando rassegne stampa nel settore dei rally e dell'automobilismo. La sue passioni più grandi sono la scrittura, la moda e la cultura. Responsabile dei blog di VelvetMAG: VelvetPets (www.velvetpets.it) sulle curiosità del mondo animale e di BIOPIANETA (www.biopianeta.it) sui temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità.
Back to top button
Privacy