Lo scoiattolo volante: caratteristiche dello straordinario esemplare che vola senza ali

Questa specie di scoiattoli rientra tra gli animali che maggiormente attirano l’attenzione per le loro caratteristiche insolite

Lo scoiattolo volante, noto anche il nome scientifico di Petaurista Elegans, è una specie dalle caratteristiche estremamente particolari. Con questo nome singolare, si indica un gruppo di mammiferi appartenente a diversi raggruppamenti tassonomici, tutti accomunati da un’unica straordinaria peculiarità. Si tratta di animali che vivono soprattutto nel Nepal orientale e nel sud della penisola malese; presente anche in alcune località del Vietnam, ciò che maggiormente attira l’attenzione in questa creatura è la sua capacità di volare pur non essendo dotato di ali. Tuttavia, proprio per svelare questo singolare mistero, è necessario fare una precisazione a tal proposito.

Il volo senza ali

Di scoiattoli volanti ne esistono ben 44 specie diverse, tutte appartenenti alla famiglia dei Pteromini. Ma benché potrebbe sembrare quasi assurdo pensare che queste creature riescano a volare senza ali, è bene sapere che esse non volano (nel senso vero e proprio del termine), ma piuttosto planano. Tuttavia, è bene precisare che questi animali riescono a coprire in planata anche 90 metri, “volando” da un albero all’altro. A permettergli di compiere quest’azione è la particolare conformazione del loro corpo; dotata di una parte che consente la planata proteggendo l’animale da cadute rovinose.

Le singolari caratteristiche dello scoiattolo volante

Questi animali tanto curiosi quanto affascinanti si caratterizzano per dimensioni notevoli che possono variare dai 30 ai 45 cm; ma ciò che rende gli scoiattoli volanti in grado di planare è la membrana che queste creature riescono ad estendere allargando le zampe anteriori e posteriori. A rendere singolare questo animale è anche la sua ottima capacità di arrampicarsi anche ad altezze molto elevate; gli scoiattoli volanti infatti nidificano tra i rami degli alberi e durante il giorno preferiscono vivere sempre a 15, 20 metri dal suolo; solo così si sente a suo agio è in grado di sfuggire ai predatori. Da quell’altezze, apparentemente incredibili, gli scoiattoli volanti riescono a planare fino a terra.

LEGGI ANCHE: Perché i pipistrelli dormono a testa in giù: indispensabile per spiccare il volo

Cultura, Ambiente & Pets

Messinese trasferita a Roma per gli studi prima in Scienze della Comunicazione Sociale presso l'Università Pontificia Salesiana, con una tesi su "Coco Chanel e la rivoluzione negli abiti femminili", poi per la specializzazione in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo alla Sapienza. Collabora con l'Agenzia ErregiMedia, curando rassegne stampa nel settore dei rally e dell'automobilismo. La sue passioni più grandi sono la scrittura, la moda e la cultura.
Responsabile dei blog di VelvetMAG: VelvetPets (www.velvetpets.it) sulle curiosità del mondo animale e di BIOPIANETA (www.biopianeta.it) sui temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità.