Il pappagallo becca troppo forte: segreti per aiutarlo a smettere

Decidere di vivere con un pappagallo può essere una scelta positiva, tuttavia esistono abitudini da tenere sotto controllo

Prima di adottare un pappagallo come animale domestico, è importante tenere presente che la maggior parte di loro saranno portati a beccare. Tuttavia usare il becco non vuol dire necessariamente far male; in questo caso infatti è utile sapere che esiste una distinzione dalla beccata innocua (più simile ad un solletico) alla beccata forte (più vicina ad un morso). Sono diversi i motivi per cui il pennuto da compagnia è portato compiere questo gesto, alcuni più seri rispetto ad altri.

Il pappagallo becca troppo forte: segreti per aiutarlo a smettere

Perché i pennuti beccano

È importante sapere che il pappagallo usa il suo becco per compiere moltissimi gesti tra cui: mangiare, pulirsi le penne, giocare e arrampicarsi. Quindi, prima di pensare che sia necessario educare il pennuto a smettere di beccare, è fondamentale capire se l’animale stia usando il becco naturalmente o in maniera anomala. I pappagalli possono mordere per diverse ragioni: la paura o la sorpresa, per esempio. Un uccello adulto potrebbe essere più propenso a mordere rispetto ad un pulcino; il volatile grande infatti, durante la fase della sua crescita, avrebbe potuto sviluppare diversi motivi per avere paura degli esseri umani. Esistono tuttavia rimedi a quest’abitudine.

Come far smettere al pappagallo di mordere

Il primo passo da compiere per aiutare il pennuto a smettere di mordere è guadagnare la sua fiducia, oltre a comprendere le reali cause della “cattiva abitudine” dell’animale. Tra i segreti più importanti occorre sapere che per gli uccelli l’urlo potrebbe non essere percepito come manifestazione di dolore; quindi se si grida dopo aver ricevuto un morso il pappagallo potrebbe sentirsi incoraggiato a proseguire. Inoltre, quando si sta provando ad addestrare il pennuto a salire sulla propria mano, non bisogna mai ritirarla di scatto; il pappagallo potrebbe registrare il fatto che la prossima volta deve agire più in fretta e con più forza. Utile insegnare all’animale i comandi per farlo salire dal trespolo al dito e viceversa. Inoltre è importante ricordare che i pappagalli rispondono alle espressioni facciali e alle lodi verbali, questo potrebbe essere il segreto affinché il pennuto assuma un comportamento desiderato. Tuttavia la pazienza ma anche la fermezza sono le basi per poter ottenere i risultati desiderati.

LEGGI ANCHE: La storia commovente del pappagallo senza becco: oggi ha una nuova vita e…

Cultura, Ambiente & Pets

Messinese trasferita a Roma per gli studi prima in Scienze della Comunicazione Sociale presso l'Università Pontificia Salesiana, con una tesi su "Coco Chanel e la rivoluzione negli abiti femminili", poi per la specializzazione in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo alla Sapienza. Collabora con l'Agenzia ErregiMedia, curando rassegne stampa nel settore dei rally e dell'automobilismo. La sue passioni più grandi sono la scrittura, la moda e la cultura.
Responsabile dei blog di VelvetMAG: VelvetPets (www.velvetpets.it) sulle curiosità del mondo animale e di BIOPIANETA (www.biopianeta.it) sui temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità.