Campanello nel collare del cane: perché può essere un rischio

Un gesto apparentemente innocuo si può trasformare in un pericolo molto serio per il cane

Spesso alcuni proprietari di cani, ignari, applicano al collare del proprio quattro zampe un grazioso e tintinnante campanello. Tuttavia questa pratica, apparentemente innocua, può risultare invece addirittura pericolosa. Sono diversi infatti i fattori per cui utilizzare questo accessorio rumoroso può risultare un rischio per il cane. Dal “semplice” fastidio al pericolo di rimanere impigliato più facilmente, sono tante le motivazioni che spingono a sconsigliare vivamente l’utilizzo di campanelle.

Anche se un discorso a parte si potrebbe fare per i cani da caccia, persino i cacciatori hanno riscontrato un atteggiamento del cane più propenso a fiutare la cacciagione, quando è privato del campanello. Nella caccia infatti, molto spesso in fase di addestramento, si utilizzano campanelli per rintracciare il cane qualora si perda o resti bloccato nei boschi. Tuttavia anche in questo caso, tale accessorio potrebbe risultare un pericolo; per esempio il cane potrebbe rischiare di rimanere impigliato nei rami proprio a causa del campanello. Ma questo è solo uno dei rischi.

Pericoli dovuti al campanello nel collare

Il primo rischio dovuto al campanello nel collare è il fatto che l’animale potrebbe rischiare di diventare particolarmente irrequieto, qualora non si sentisse libero di potersi muovere in libertà e silenziosamente. Il fastidio nei cani diventa particolarmente intenso a causa del loro udito fortemente sviluppato; i quattro zampe sono infatti in grado di percepire anche gli ultrasuoni. Proprio per questo il flebile rumore di un campanellino risulta praticamente quattro volte più forte per un cane. Per via dell’udito sviluppato e dei padiglioni auricolari in grado di direzionarsi verso un suono, un campanello posto proprio sotto l’orecchio del cane potrebbe portare alla lesione o persino alla rottura del timpano a causa dell’iperstimolazione di quest’ultimo. Ma non solo.

Rumori  forti e costanti potrebbero provocare nel cane anche seri problemi neurologici; caratterizzati prima da un senso di agitazione, poi di aggressività e smarrimento e infine persino alla perdita dell’udito. Proprio per questo motivo in alcune città è stato vietato l’utilizzo di campanelli nei cani; ma qualora, in fase di addestramento o per sicurezza, si desidera avere un modo per poter rintracciare sempre il cane è assolutamente consigliato utilizzare un collare con led o con il GPS incorporato. Questo vale anche per gli addestratori e gli allevatori che preparano i cani al salvataggio o ad agire in condizioni estreme.

Exit mobile version