Cane, la malattia degli occhi che deve farci preoccupare: come riconoscerla

Come capire se il nostro cane ha una malattia? I nostri amici a quattro zampe, per quanto possa essere forte il legame che si va a creare con loro, non sono certo in grado di parlarci. Ma il loro corpo e i loro occhi parlano a modo loro. Per questo ci è richiesto di essere particolarmente attenti ai segnali che ci lanciano: il cane comunica in molti modi senza aver bisogno di parlare. Per capire come sta, se prova dolore o se c’è una patologia che dovrebbe farci preoccupare, è fondamentale saper leggere i segnali… Soprattutto quelli che riguardano alcune zone molto delicate del nostro Fido.

La maggior parte delle patologie che possono mettere in difficoltà il cane, procurandogli dolore e rischiando d’essere un pericolo per la sua salute, sono localizzate in una zona precisa del suo corpo. Parliamo dunque di alcuni tipi di malattia che riguardano l’occhio del cane. Una zona molto sensibile, per il nostro amico a quattro zampe, che proprio per questo potrebbe faticare a comunicarci un suo disagio. Perciò, fate bene attenzione ad alcune di queste situazioni.

Congiuntivite

Proprio come per noi esseri umani, la congiuntivite è una malattia dell’occhio piuttosto comune e facile da curare. Si tratta infatti di un’infiammazione (acuta, fastidiosa e caratterizzata spesso da prurito), che va a colpire la palpebra e la sclera. Se notate che il vostro cane insofferente, con gli occhi lucidi, potrebbe trattarsi proprio di questo. D’altronde basta poco per inciampare in questa infiammazione oculare, a partire da un graffio, una reazione allergica o perfino della polvere negli occhi. È bene però consultare subito il veterinario: capita infatti che la congiuntivite segnali una lesione più importante dell’occhio o un altro tipo di patologia.

Occhio secco

Anche questa patologia è meno gradevole da sopportare di quanto si potrebbe immaginare. La secchezza oculare colpisce spesso i nostri Fido, che combattono con una scarsa (o perfino nulla) lubrificazione. Tuttavia, anche in questo caso, bisogna capire quando allarmarsi. L’occhio secco può essere infatti il sintomo di altre patologie legate al sistema immunitario.

Cataratta

Sono davvero moltissime le razze canine che ereditano la cataratta, un disturbo così invalidante da annebbiare la visione fino alla cecità. Ma questa bruta patologia non sempre dipende dalla razza e non sempre è una questione ereditaria. Tra le cause della malattia c’è anche il naturale invecchiamento, ma soprattutto il diabete, una cattiva alimentazione o una lesione all’occhio che potrebbe essere sfuggita anche a noi. Dunque, sempre meglio controllare dal veterinario per escludere ogni ipotesi.

Glaucoma

Anche il glaucoma può essere ereditario (basti pensare ad alcune razze come Alano, Husky, Dalmata, Shar-Pei, giusto per citarne alcune). Eppure, come nel caso della cataratta, possono esserci altre cause (come una lesione o perfino un tumore). Esistono 4 tipi di glaucoma: ad angolo aperto, ad angolo stretto, correlato a goniodisgenesi e pigmentario. Il consiglio è sempre e comunque uno: fare attenzione alle condizioni di salute del cane, ogni giorno, e se si nota qualcosa di allarmante o ambiguo, rivolgersi al veterinario.

Exit mobile version