CuriositàPrimo Piano

Venite subito, c’è un cobra nell’erba”: terrore al parco, ma poi la scoperta assurda

Un incontro ravvicinato davvero spaventoso quello fatto da alcune persone solite frequentare un parco in provincia di Trento. Ad allertare i Vigili del Fuoco, un gruppo di cittadini che avevano portato i cani a fare una passeggiata nell’aerea riservata ai quattro zampe. L’allarme dato ai pompieri sembrava non lasciare dubbi e plausibili panico e terrore da parte dei passanti increduli: “Venite subito, c’è un cobra nell’erba“. Secondo la ricostruzione dei fatti svolta dalla stampa locale, l’esemplare di rettile sembrava avere un aspetto piuttosto minaccioso. Lungo oltre due metri e con la testa schiacciata rivolta verso il basso.

Comprensibile la preoccupazione delle mamme che erano solite accompagnare i figli in quel parco. Da non sottovalutare assolutamente, nemmeno l’agitazione dei proprietari dei cani che, con i loro amici a quattro zampe, passeggiavano indisturbati in quella precisa aerea nella quale si trovava il grosso cobra. Dopo le segnalazioni sono giunti sul posto sia i Carabinieri che i Vigili del Fuoco; ma la scoperta fatta dalle forze dell’ordine è stata incredibile.

La scoperta incredibile dopo aver trovato il cobra al parco

Dopo aver risposto all’allarme lanciato dai cittadini, terrorizzati dalla presenza del grosso rettile nel parco, le forze dell’ordine, giunte sul posto, hanno scoperto che il cobra era assolutamente innocuo. Recandosi nell’aerea segnalata, la squadra di soccorso è intervenuta con le giuste protezioni. L’intento era quello di evitare un contatto pericoloso con il serpente; ma trovato il rettile i Vigili del Fuoco hanno fatto una scoperta incredibile, il cobra era finto. Si trattava infatti di un modello di gomma (assolutamente realistico) che qualcuno, con il probabile intento di generare il panico, aveva abbandonato tra le foglie. Scampato il pericolo dunque, i frequentatori del parco in provincia di Trento sono potuti tornare alla tranquillità: mamme, bambini, proprietari di cani e i loro amici a quattro zampe sono potuti dunque tornare a giocare liberamente.

LEGGI ANCHE: Squalo intrappolato tra gli scogli: salvato a mani nude da una bambina [VIDEO]

Back to top button