Allarme blatte: invadono le case e il contatto può essere letale

Un problema che sta preoccupando sempre più città italiane; l’allarme blatte sta diventando un “incubo” in molte regioni. Si tratta di un insetto insidioso che negli anni è diventato sempre più resistente a pesticidi o altri sistemi per tenerli lontano dagli appartamenti. Il problema legato a questi animali è sicuramente relativo alla salute degli esseri umani. A creare il pericolo non è tanto il morso o la puntura del grosso scarafaggio, ma piuttosto la loro capacità di contaminare oggetti o persino cibo che entra in contatto con gli uomini.

Molti comuni del nostro Paese si sono trovati a combattere contro vere e proprie invasioni di blatte. Negli anni si è notata una capacità degli insetti di evolversi in maniera sempre più rapida e di sopravvivere a diversi attacchi esterni. Purtroppo questo non è un problema da sottovalutare poiché, se apparentemente l’animale potrebbe risultare innocuo, in realtà è in grado di trasmettere malattie pericolose, allergie e insorgenza di asma.

Il rischio del contatto con le blatte

Nonostante questi grossi scarafaggi, conosciuti con il nome scientifico di Blattella Germanica, non pungono, il semplice contatto con uno di loro può risultare letale. Le blatte sono infatti portatrici di malattie pericolose trasmissibili all’uomo come l’Escherichia coli e la salmonella; oltre a causare l’insorgenza di asma e allergie per via delle sostanze che producono. Questi insetti amano i luoghi bui e umidi, proprio per questo in genere compaio di notte e fuggono di giorno. Come anticipato, la trasmissione delle gravi malattie non avviene in maniera diretta, ma dal consumo o contatto con oggetti che sono stati contaminati da essi. Per evitare un’invasione dentro le proprie case si consiglia dunque una pulizia costante e una verifica periodica di buche e fughe nelle pareti.

LEGGI ANCHE: Entra in cucina e trova arrampicato alla parete uno scarafaggio gigante [FOTO]

Commenti

comments