Entra in cucina e trova arrampicato alla parete uno scarafaggio gigante [FOTO]

Una scoperta sicuramente scioccante, quella di un uomo che ha trovato uno scarafaggio gigante arrampicato alla parete della sua cucina. La notizia arriva dal napoletano e a rendere nota la faccenda è lo stesso malcapitato protagonista. L’uomo ha infatti pubblicato la foto che ha terrorizzato tutti i suoi compaesani, e non solo, dove ha denunciato l’emergenza blatte nel suo paese. L’immagine, postata su diversi gruppi e pagine Facebook, ha unito l’opinione pubblica nel considerare questi insetti particolarmente pericolosi.

Entra in cucina e trova arrampicato alla parete uno scarafaggio gigante [FOTO]

Oltre a coloro che, a prescindere, temono la presenza e il contatto con blatte o altri insetti, l’immagine dello scarafaggio gigante ha generato scalpore anche per svariati altri motivi. Oltre le sue dimensioni, apparentemente fuori dalla media, c’è chi ha sottolineato come questi animali (che risalgono dalle fogne) possono essere portatori di infezioni e spesso di gravi malattie anche per gli esseri umani. Nel territorio del napoletano dove è stato avvistato l’enorme insetto si sono susseguite diverse segnalazioni.

Lo scarafaggio gigante: pericoli e precauzioni

Per diverse settimane i cittadini hanno denunciato la presenza di blatte, culminate con “l’apparizione” dello scarafaggio gigante. Se si tratti di una questione di prospettiva o di un primo piano piuttosto eccessivo, questo comunque non distrae dal problema principale: l’emergenza blatte. Nel paese si richiede infatti una disinfestazione d’urgenza nelle zone più colpite. Gli scarafaggi, presenti in un numero sempre più elevato, potrebbero contaminare elettrodomestici ma anche cibo; il rischio è la trasmissione di malattie. Pare infatti che attraverso le feci, la saliva e la muta, gli scarafaggi siano in grado di causare reazioni allergiche, eczema e addirittura attacchi di asma. Questo insetto inoltre può risultare pericoloso per l’essere umano, qualora si faccia portatore di malattie quali: salmonella, dissenteria, gastroenterite, allergie, fino ad arrivare a tubercolosi e tifo. Per questo una prevenzione, basata su un’accurata disinfestazione, risulta più che necessaria.

Photo Credits Facebook

Cultura, Ambiente & Pets

Messinese trasferita a Roma per gli studi prima in Scienze della Comunicazione Sociale presso l'Università Pontificia Salesiana, con una tesi su "Coco Chanel e la rivoluzione negli abiti femminili", poi per la specializzazione in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo alla Sapienza. Collabora con l'Agenzia ErregiMedia, curando rassegne stampa nel settore dei rally e dell'automobilismo. La sue passioni più grandi sono la scrittura, la moda e la cultura.
Responsabile dei blog di VelvetMAG: VelvetPets (www.velvetpets.it) sulle curiosità del mondo animale e di BIOPIANETA (www.biopianeta.it) sui temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità.