Esce in giardino e fa una scoperta inquietante: tra gli alberi un grosso…

Dopo una grigliata in famiglia una donna esce in giardino per recuperare le ultime cose, ma viene bloccata da una scoperta inquietante. Quello che si nascondeva tra gli alberi e le piante del praticello adiacente alla sua abitazione l’ha lasciata, sicuramente, senza parole. Il fatto si è verificato a Malcesine un comune in provincia di Verona; i proprietari di casa e i cittadini tutti si sono sentiti presi alla sprovvista dall’insolito e spaventoso avvistamento. 

Esce in giardino e fa una scoperta inquietante: tra gli alberi un grosso…

I malcapitati protagonisti della scoperta inquietante avrebbero raccontato di aver lasciato in giardino qualche avanzo di carne sul barbecue; ma nessuno si poteva aspettare che, probabilmente l’odore del cibo, avrebbe attirato addirittura un grosso orso bruno nel cortile di casa. Questo, specialmente perché, la zona in questione non è nota per avvistamenti di questo tipo. La notizia, diffusasi in breve tempo, ha inevitabilmente lanciato il panico nel paese; in tanti si sono chiesti come si sia potuto verificare un fatto simile.

I dettagli della scoperta inquietante e gli avvistamenti simili

Secondo la ricostruzione dei fatti, i proprietari dell’abitazione situata a Malcesine nel veronese, avrebbero trovato l’orso nel proprio giardino poco dopo una grigliata in famiglia. Il fatto è avvenuto poco tempo fa ed ha scosso il paese; gli abitanti del posto, sono pronti a giurare che in quella zona non si erano mai visti orsi. La donna si è trovata spaventata e presa alla sprovvista poiché, a separarla dal plantigrado, solo una ringhiera. Tuttavia pare che l’animale, dopo essersi sentito osservato, abbia lasciato il giardino e sia ritornato presso la strada di casa. Dopo essersi accertata che l’orso era scomparso dalle vicinanza, la donna è tornata in cortile per fotografare le impronte e consegnare le immagini alla Polizia Provinciale che, nel frattempo, era giunta sul posto per raccogliere le tracce biologiche da inviare ai laboratori per provare a scoprire se l’esemplare fosse registrato.

LEGGI ANCHE: Trova una creatura inquietante in giardino: appesa alla grondaia e con le ali di 2 metri

Cultura, Ambiente & Pets

Messinese trasferita a Roma per gli studi prima in Scienze della Comunicazione Sociale presso l'Università Pontificia Salesiana, con una tesi su "Coco Chanel e la rivoluzione negli abiti femminili", poi per la specializzazione in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo alla Sapienza. Collabora con l'Agenzia ErregiMedia, curando rassegne stampa nel settore dei rally e dell'automobilismo. La sue passioni più grandi sono la scrittura, la moda e la cultura.
Responsabile dei blog di VelvetMAG: VelvetPets (www.velvetpets.it) sulle curiosità del mondo animale e di BIOPIANETA (www.biopianeta.it) sui temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità.