L’animale più pericoloso del mondo: misura pochi millimetri ma può essere letale

Si tratta, forse per molti inaspettatamente, dell’animale più pericoloso del mondo. Misura pochi millimetri eppure può essere letale. Se tanti pensavano si potesse trattare di uno tra i predatori più grandi presenti in natura, potrebbero rimanere stupiti della scoperta; infatti a mietere il maggior numero di vittime tra gli esseri umani, ogni anno, pare sia uno degli animali più piccoli al mondo. Escludendo i virus che non sono veri e propri animali, ma organismi ai margini della vita (sono privi infatti di caratteristiche fondamentali che definiscono la vita, come la struttura cellulare ed un metabolismo), esistono degli esseri quasi microscopici estremamente micidiali.

Seguendo una classifica dei dieci esseri viventi più letali, si arriva all’animale più pericoloso. Riprendendo i dati del sito ProiezionidiBorsa, scopriamo che al decimo posto si trovano gli squali e i lupi. Per quanto riguarda i primi non sono così pericolosi come l’immagine comune li descrive (anche se attaccati non si tirano indietro dal mietere vittime); per quanto riguarda i lupi invece, pare abbiano diminuito i loro grado di pericolosità solo perché ad oggi la loro popolazione è molto ridotta. Nella classifica troviamo poi: leoni, inaspettatamente forse gli elefanti, poi ippopotami e coccodrilli. 

Qual è il podio per l’animale più pericoloso?

I leoni sono responsabili di un centinaio di morti all’anno così come, inaspettatamente, gli elefanti; questo nonostante si tratti di due specie considerate all’opposto nell’ordine di pericolosità. I coccodrilli invece mietono circa mille vittime in un anno. Tra gli animali che spesso possono essere causa di morte nelle persone ci sono anche i cani e la stima indicata da ProizionidiBorsa, indica addirittura circa 25.000 vittime in un anno. In ogni caso c’è sempre da considerare che in molte situazioni, per qualsiasi specie, si può trattare di un incidente e non di un gesto volontario dell’animale. Arrivando al podio troviamo al terzo posto i serpenti che, soprattutto tra l’Asia, l’Africa e l’Oceania, possono essere responsabili di circa 50.000 morti all’anno. Al secondo posto si trova invece la specie umana con oltre 400.000 vittime in un anno. Ma al primo posto si trovano inaspettatamente le zanzare; sono loro le più pericolose in assoluto su tutto il Pianeta. Circa 725.000 persone all’anno perdono la vita a causa di una puntura di zanzara. Questo insetto infatti, innocuo per natura, è però in grado di trasportare malattie, virus e batteri spesso letali.

Cultura, Ambiente & Pets

Messinese trasferita a Roma per gli studi prima in Scienze della Comunicazione Sociale presso l'Università Pontificia Salesiana, con una tesi su "Coco Chanel e la rivoluzione negli abiti femminili", poi per la specializzazione in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo alla Sapienza. Collabora con l'Agenzia ErregiMedia, curando rassegne stampa nel settore dei rally e dell'automobilismo. La sue passioni più grandi sono la scrittura, la moda e la cultura.
Responsabile dei blog di VelvetMAG: VelvetPets (www.velvetpets.it) sulle curiosità del mondo animale e di BIOPIANETA (www.biopianeta.it) sui temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità.