Vende la sua auto e paga l’intervento del suo cane: “Avrei speso ogni dollaro”

Una storia davvero commovente quella che lega un cane al suo proprietario. L’uomo è infatti disposto a vendere la sua auto per pagare l’intervento del suo quattrozampe. Come spesso capita, anche per gli esseri umani, alcune operazioni chirurgiche richiedono un dispendio economico consistente e altrettanto spesso, non tutti dispongono del denaro sufficiente per eseguire l’operazione. Così in tanti decidono di compiere “gesti estremi”, come il protagonista di questa storia che ammette di essere disposto a spendere ogni dollaro in suo possesso per salvare il suo cane.

Storie d’amore come questa stentano a farci trattenere le lacrime; ed è proprio per questo che, come in questo caso, si muovono a volte catene di generosità e solidarietà. 

Un intervento da 4500 dollari per salvare la vita al cane

Randy Etter si era accorto che il suo Pit Bull non stava bene, quando un pomeriggio Gemini (questo il nome del cane) giocando la figlia del suo proprietario, ha accusato subito stanchezza e fiacchezza. Il cane ha iniziato a seguire Randy, come a per chiedergli aiuto così l’uomo lo ha portato dal medico. Il cane aveva bisogno di un urgente intervento chirurgico; giocando con la bambina Gemini aveva ingoiato un tatto di plastica che gli aveva occluso l’intestino. Un’operazione dal costo di 4500 dollari, sena la quale il Pit Bull sarebbe morto. Randy afferma che non ci ha pensato due volte e che aveva subito messo in vendita la sua auto per raccogliere il denaro necessario. Un amico lo aveva aiutato a raccoglierne 2000 e l’uomo ammette sui social:

Avrei speso ogni singolo dollaro ricavato dalla vendita dell’auto. Sarei devastato se dovessi perderlo“.

La storia ha fatto il giro del web ed ha commosso moltissime persone che hanno deciso di aiutare Randy. Così si è aperta una colletta e gli utenti hanno raggiunto la cifra necessario per l’intervento di Gemini, risparmiando al suo proprietario di vendere l’auto. Oggi il Pit Pull è salvo grazie alla generosità di tanti e all’amore incondizionato di Randy che, dal canto suo, non smette di ringraziare tutti coloro che lo hanno aiutato.

Commenti

comments