Cane “gigante” scivola in una scarpata: per salvarlo servono 16 persone

Una storia che poteva finire in tragedia, ma che “miracolosamente” ha avuto un risvolto positivo. Un cane “gigante” scivola in una scarpata, ma riesce ad essere salvato. Tuttavia per compiere l’impresa servono ben 16 persone. Il protagonista della vicenda è un San Bernardo di nome Daisy; nonostante l’animale sia noto per il suo coraggio e la peculiarità di essere un cane da salvataggio, in questo caso è stata lei ad avere bisogno d’aiuto.

Questa particolare specie è senza dubbio tra le più coraggiose, ma anche tra le più grandi. Per questo parliamo di cane “gigante”. Daisy è scivolata lungo una discesa del Scafell Pike, la montagna più alta d’Inghilterra, non riuscendo più a risalire.

Il lungo salvataggio del cane “gigante”

A raccontare l’insolito e particolare salvataggio è stato il Wasdale Mountain Rescue Team che, sui social, ha scritto: “I nostri membri non hanno avuto bisogno di pensarci due volte”. Spiegando poi che per recuperare il cane “gigante” dalla scarpata, ci sono volute ben 16 persone; un’intera squadra di esperti soccorritori, che hanno impiegato 5 ore per salvare Daisy. Nella caduta il cane si è fatto male alle zampe posteriori e per questo non riusciva a muoversi. Per i proprietari era impossibile riuscire a prenderla da soli; ma la squadra di soccorritori, giunta sul posto con antidolorifici, una barella e cibo per attrarre il cane, è riuscita a compiere l’impresa. Daisy è stata messa in un lettino per umani, sistemato per trasportarla. Il cane, dal peso di 55 chili, è stato trasportato anche attraverso un fiume; in questo modo i soccorritori hanno potuto raggiungere più in fretta il parcheggio e condurre il San Bernardo dal veterinario per tutte le cure necessarie. Il quattrozampe ha affrontato tutta la trafila con pazienza e la caduta non ha avuto conseguenze gravi. Le zampe ferite sono guarite in pochi giorni e Daisy è tornata a correre.

Commenti

comments