Trova una strana scatola abbandonata: da una fessura spunta un orecchio di…

Dopo l’allarme dato dato da un cittadino in anonimo, un agente di Polizia trova una strana scatola abbandonata. All’interno una sorpresa agghiacciante. Dal contenitore di legno, riposto all’interno di una busta e lasciato nel portabagagli di un auto, due orecchie “sospette”. benché in tanti fossero convinti che non ci fosse più alcuna speranza per la creatura la vicenda ha avuto dei risvolti imprevisti.

Dalla scatola abbandonata strani versi hanno insospettito gli agenti del commissariato Librino di Catania, durante dei controlli nel Villaggio Delfino nella zona dell’Oasi del Simeto. Il ritrovamento fatto dagli agenti ha avuto ripercussioni sul proprietario della vettura, nella quale si trovava il contenitore imbustato.

La scoperta scandalosa all’interno della scatola abbandonata

La scoperta fatta dal gruppo delle forze armate è stata assolutamente inaspettata. Dentro un contenitore di legno con dei fori era nascosto un furetto. L’animale era detenuto privo di ogni condizione igenico sanitaria che gli permettesse di vivere in salute. Dopo il ritrovamento infatti gli agenti hanno ipotizzato che la creatura si trovasse senza né cibo né acqua già da diverso tempo; condizioni che, unite al caldo torrido all’interno della vettura, avrebbero potuto causare la morte del furetto. L’animale era infatti in evidente stato di disagio, ma tuttavia era riuscito a sopravvivere alla sua prigionia. Grazie alla targa della vettura nella quale la piccola creatura si trovava rinchiusa e detenuta, è stato possibile rintracciare il proprietario. Dopo accurate ricerche e accertamenti in fine l’uomo, a quanto pare un catanese, ha subito una denuncia da parte della Polizia. Dovrà infatti rispondere dell’accusa di maltrattamento di animali. Il furetto infatti si trovava in condizioni incompatibili con la sua natura, tali da creargli gravi sofferenze. Per fortuna ora l’animale si trova sotto controllo presso una struttura specializzata, ma il rischio corso all’interno della scatola abbandonata non è stato lieve.

Cultura, Ambiente & Pets

Messinese trasferita a Roma per gli studi prima in Scienze della Comunicazione Sociale presso l'Università Pontificia Salesiana, con una tesi su "Coco Chanel e la rivoluzione negli abiti femminili", poi per la specializzazione in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo alla Sapienza. Collabora con l'Agenzia ErregiMedia, curando rassegne stampa nel settore dei rally e dell'automobilismo. La sue passioni più grandi sono la scrittura, la moda e la cultura.
Responsabile dei blog di VelvetMAG: VelvetPets (www.velvetpets.it) sulle curiosità del mondo animale e di BIOPIANETA (www.biopianeta.it) sui temi della tutela dell'ambiente e della sostenibilità.