Cane soffre il caldo: attenzione a dove si stende

Quando arriva l’estate si sa che bisogna stare molto attenti al caldo e quindi non uscire nelle ora di punta della giornata: soprattutto se stiamo parlando di persone anziane o bambini piccoli. Ma non solo. Anche gli animali – ovviamente – hanno lo stesso problema. Soprattutto quelli più grandi sono predisposti a colpi di calore (che causano problemi di respirazione e spossatezza generalizzata): se dovesse accadere bisogna portali immediatamente in un posto fresco e bagnarli con acqua del rubinetto sopra il collo, la testa, le orecchie, le ascelle, ma non con acqua fredda o ghiacciata. In ogni caso è meglio prevenire il problema e quindi basta seguire le dieci regole suggerite da Adnkronos Salute.

Cosa fare quando fa troppo caldo

Prima di tutto non bisogna mai lasciare il proprio animale da solo in macchina e nemmeno con i finestrini aperti perché l’auto diventa un vero e proprio forno. Se si vede un cane lasciato incustodito in macchina bisogna immediatamente chiamare le forze dell’ordine ed un veterinario. Bisogna assicurarsi che gli animali abbiano sempre un punto all’ombra dove appartarsi, dell’acqua fresca in abbondanza e soprattutto evitare le passeggiate nelle ore più calde della giornata. In caso contrario è necessario applicare una crema solare sulla punta delle orecchie.

Per quanto riguarda gli acquari bisogna tenerli fuori dal sole diretto e cambiare l’acqua più spesso del solito, mentre per chi ha gli animali in gabbia bisogna posizionali in un luogo arieggiato, ombreggiato e fresco. Attenzione a pulci e zecche perché con le alte temperature appaiono più facilmente e quindi è meglio disinfettare perfettamente la lettiera e cambiarla almeno due volte alla settimana. Infine per tagliare l’erba del giardino bisognerebbe prima smuovere tutto per non fare una strage di ricci, lucertole, rane e biscia non possano fare una brutta fine.

 

Commenti

comments