Perché la coda delle lucertole ricresce? Un processo naturale incredibile

Ve lo sarete chiesto spessissimo: perché alla lucertole ricresce la coda? Che cosa significa? Oggi cerchiamo di rispondere a questo quesito in maniera scientifica. Sappiate che la risposta vi sorprenderà.

Una strategia difensiva che ha del miracoloso: i ricercatori hanno studiato come la lucertola arboricola, originaria della California, se in pericolo e seguita da un predatore, perda volontariamente la coda grazie ad una contrazione dei muscoli, lasciando il nemico alle prese con l’estremità, che continua a muoversi. La lucertola quindi ne approfitta per fuggire. Questo meccanismo è chiamato autotomia. Dopo circa due mesi la coda ricresce spontaneamente, anche se può accadere che sotto la coda persa compaia già quella nuova o che la ricrescita avvenga in un paio di giorni. Questa incredibile peculiarità è studiata dai ricercatori di tutto il mondo, che sperano di poter capire il meccanismo di ricrescita per utilizzarlo nel campo della medicina rigenerativa.

Ecco cosa è stato scoperto

Nel processo di rigenerazione sono coinvolti geni e cellule staminali, il futuro della medicina. Queste cellule possono moltiplicarsi all’infinito dando origine a nuove cellule perfettamente identiche oppure differenziarsi in più tipi diversi. Se non ci fossero queste cellule, la probabilità che la coda ricresca sarebbe quasi nulla. “Seguendo la ricetta genetica della rigenerazione scoperta per le lucertole, e controllando gli stessi geni nelle cellule umane, potrebbe essere possibile, un giorno, rigenerare muscoli, cartilagine e persino midollo spinale“, ha dichiarato Kenro Kusumi, uno dei ricercatori