Ombre sospette dietro la tenda: è selvatico, lo trova di notte e inizia ad urlare

Sembra una storia del terrore, ma dietro questa vicenda si nasconde in realtà ben altro risvolto. Questa donna vede due ombre sospette dietro la tenda della sua stanza, e fa una scoperta incredibile.

Quando questa donna vede delle ombre sospette dietro la tenda della sua stanza, ovviamente rimane di sasso. Le ombre diventano presto dei movimenti: la tenda si agita di fronte ai suoi occhi. Attimi di vero panico per questa mamma, mentre nella sua casa a Bixby, in Oklahoma, sta succedendo qualcosa di strano… e forse inquietante.

La donna si sveglia di soprassalto, nel cuore della notte, mentre sta dormendo nel suo letto. A svegliarla sono dei rumori sconosciuti, che d’improvviso la terrorizzano. Come biasimarla? È domenica notte, lei è sola in casa con i suoi due bambini piccoli. Cercando di mantenere il sangue freddo, la donna si accorge subito di alcune ombre sospette dietro le lunghe tende della finestra della sua stanza da letto. Inizialmente rimane bloccata, in ansia totale, senza fare un fiato. Ma le ombre non accennano a sparire, e sono sufficientemente piccole da farle capire che non può trattarsi di un ladro né di un impostore.

Tre ombre dietro la tenda, in piena notte. La donna prova a fare mente locale: potrebbe trattarsi dei suoi due animali domestici? In casa la famiglia accudisce un gattino e un cane di piccola taglia, ma qualcosa non le torna. Le ombre dietro la tenda sono troppe, e poco riconoscibili. Così la donna decide di avvicinarsi e tirar via la tende: a questo punto scopre qualcosa di assurdo. Insieme al gatto e al cane è presente un’altra creatura: si tratta di un animale selvatico. E non uno qualunque…

La donna avrebbe poi dichiarato: “A quel punto ho capito che rannicchiato in un angolo della mia camera da letto c’era un coyote!”. Bonnie ha confessato di essersi subito messa ad urlare, lasciando la stanza; nel frattempo anche i due bambini si erano svegliati e insieme sono riusciti a chiudere la porta della camera e lasciare l’animale nella stanza fino all’arrivo della polizia, che era stata allertata. Bonnie ha spiegato agli agenti che probabilmente il coyote era entrato dalla porta sul retro, dimenticata non chiusa a chiave: “In qualche modo si deve essere attaccato alla maniglia e l’ha girata”. Per prendere l’animale sono serviti tre poliziotti, che con molta cautela hanno portato il coyote fuori dalla casa. L’animale è stato poi rimesso in libertà nei boschi e per la gioia di tutti nessuno tra animali e uomini è rimasto ferito.

Commenti

comments