Sente rumori sospetti vicino ai cassonetti dei rifiuti, quello che scopre è agghiacciante [FOTO]

Un passante, è stato attratto, da alcuni rumori sospetti provenienti dai cassonetti dei rifiuti. Avvicinatosi per verificare di cosa si trattasse, si trova a fare una scoperta agghiacciante. Il fatto è avvenuto a Torre Rinalda, in provincia di Lecce e l’accaduto ha lasciato sconvolte non poche persone.

La scena descritta è davvero sconvolgente: un cucciolo di cane è stato trovato abbandonato tra i rifiuti, chiuso in un sacco di iuta.  Tuttavia, grazie alla segnalazione, ad opera del passante insospettito dai rumori sospetti, simili a lamenti, i volontari sono riusciti a salvare il piccolo cane di appena tre mesi.

Il post di denuncia

In seguito al salvataggio, i volontari dell’associazione animalista, che si sono presi cura del cane, hanno raccontato sulla pagina Facebook ‘Accalappiamenti a Lecce e Provincia‘: “Ci è giunta una segnalazione di un cucciolo chiuso in un sacco, dietro un muretto e in mezzo a vari rifiuti, nei pressi della via del mare”.

Lo straziante motivo dell’abbandono

Secondo quando raccontato dai volontari che si stanno prendendo cura del cucciolo di tre mesi, il motivo dell’abbandono del povero cane è stato dovuto alla sua malattia. Il cucciolo infatti, soffre di gastroenterite. Il cagnolino, infatti, non ha microchip e indossava un vecchio collare, legato con del fil di ferro. “E’ evidente che è stato chiuso in un sacco e gettato tra i rifiuti perché malato. Non ci sono parole per un gesto schifoso come questo speriamo solo che guarisca e trovi l’amore di un essere umano che sappia invece proteggerlo ed amarlo come merita. Il cucciolo è ricoverato presso la clinica Arca a Trepuzzi“. Così i volontari, concludono il post di denuncia.

Photo Credits Facebook

Ancora atti di crudeltà

Una busta nera sospetta abbandonata sul margine della zona fluviale, ha rivelato una scoperta agghiacciante. Il fatto si è verificato nella provincia di Lecce, nelle campagne di Galatina. Un cane legato e rinchiuso in un sacco era stato ‘gettato’ nel canale.

La terribile scoperta

La scena che si è presentata davanti agli occhi dei presenti è stata agghiacciante. Il povero cane era stata letteralmente buttato nel canale e il protagonista dell’insano gesto, sperava nella tragica fine dell’animale. Le zampe legate per impedirgli i movimenti e stretto dentro ad una busta di plastica per indurne il soffocamento. Così è stato trovato l’animale. Ma il tempismo del passante, è stato miracoloso per il povero animale, solo in questo modo i Vigili hanno potuto salvargli la vita.

Il salvataggio

Giunti presso il canale di Galatina nella provincia di Lecce, i Vigili del Fuoco sono immediatamente intervenuti nel salvataggio del cane. Hanno recuperato l’animale e lo hanno liberato. L’animale è stato trovato senza microchip e questo purtroppo ha impedito di rintracciarne il proprietario. Ora il cane si trova presso le cure del canile di Galatina, in attesa di una nuova casa. La scena del ritrovamento e del successivo salvataggio, è stata ripresa dalle immagini girate da Maria Voltino, che ha subito postato la notizia sul suo profilo Facebook corredandola di immagini. Il caso ha immediatamente fatto il giro del web, generando orrore e sgomento tra gli utenti. Tutti ora cercano di rintracciare il protagonista del gesto crudele. (Qui l’incredibile immagine)

LEGGI ANCHE: SENTE UN PIANTO STRAZIANTE, MA PRESTO AVVIENE QUALCOSA CHE GLI CAMBIA LA VITA [FOTO]

UN CORRIERE VEDE UNA MACCHIA SOSPETTA IN MEZZO ALLO STAGNO: QUELLO CHE SCOPRE E’ SCIOCCANTE. “HO SENTITO UNO STRANO RUMORE” [FOTO]

Commenti

comments