Smette di mangiare per i suoi cani e finisce in ospedale: quello che fanno gli animali dopo, commuove tutti [FOTO]

Una storia davvero incredibile. Un senzatetto, smette di mangiare per i suoi cani e finisce in ospedale. I suoi quattro cani, fanno per lui qualcosa che commuove tutti. L’uomo è un clochard di Rio do Sul, un comune del Brasile nello Stato di Santa Catarina. Il senzatetto condivide la sua vita in strada, con quattro cani; quando nella notte è stato sorpreso da un malore, i suoi amici a quattro zampe lo hanno atteso all’ingresso dell’ospedale per tutta la notte. I quattro cani, hanno aspettato che il loro proprietario, uscisse dalla clinica ospedaliera nella quale era stato ricoverato e non si sono mossi nemmeno per un attimo dalla porta d’ingresso.

L’atteggiamento dei cani, oltre ad incuriosire tutti, ha destato parecchia commozione. Il personale ospedaliero, ha infatti dichiarato: “Non avevamo mai visto nulla di simile“. Ed aggiungono con immensa sorpresa: “I cani, pur essendo randagi sembravano tutti ben nutriti“.

L’uomo ha smetto di mangiare per i suoi cani

La storia diventa ancora più commovente, quando lo stesso senzatetto, di nome César, confessa il motivo del suo malessere. Il senzatetto, afferma infatti di aver smesso di mangiare per lui stesso, per dar da mangiare ai suoi quattro cani e questo lo ha indebolito. Il medico che ha visitato César, ha infatti dichiarato: “Lui è una persona semplice che adesso ha bisogno di aiuto per superare la fame, il freddo e il dolore“. I cani, ‘preoccupati e riconoscenti’ non si sono allontanati dall’ospedale, così alla fine gli infermieri hanno deciso di accudire, anche loro affermando: “Vedere quegli animali è stata una grande emozione e dimostrazione d’amore”.

Photo Credits Facebook

Storie bellissime di clochard e animali

Questa è una storia di una bellissima amicizia nata tra, un uomo che salva dalla strada un gatto ferito e il micio. Ma c’è qualcosa di ancora più bello, quello che infatti fa l’animale per il suo salvatore è sorprendenteJames Bowen è un clochard che, fino a qualche mese fa viveva in strada; vagabondava per le vie di Londra e i gli spiccioli che guadagnava suonando la chitarra li spendeva per comprare droghe e alcool. James dormiva spesso in strada, un giorno al suo risveglio, si trovò davanti una scena che lo stupì: accanto a lui si era accucciato un gattino ferito ad un occhio. A quel punto Bowen, non ci pensa su e decide di prendersi cura del felino randagio: vagabondo come lui. Porta l’animale da un veterinario e paga tutte le cure necessarie affinché il gatto possa tornare in salute.

James e Bob diventano inseparabili

Quando il gatto fu totalmente ristabilito, James decise di riportarlo nel luogo in cui lo aveva trovato, ed lì che succede il “miracolo”. Il micio infatti non è intenzionato a separarsi dal suo salvatore e con la sua vicinanza gli cambia la vita per sempre. James decide allora di adottare il gatto e lo chiama Bob e da quel momento diventano inseparabili. Bob con la sua sola presenza, fa dimenticare le droghe e l’alcool al suo nuovo proprietario e spinge James a scrivere un libro sul suo nuovo amico; il testo riesce ad ottenere un’immenso successo da diventare un film. Bowen ha dichiarato: “Se non fosse stato per Bob, non avrei mai avuto la forza di disintossicarmi. Posso dire che il mio gatto mi ha salvato la vita“. Una bellissima amicizia, voluta forse dal destino ha cambiato il corso della vita di entrambi i protagonisti.

Commenti

comments