Ricette di Natale per animali: cosa preparare e cosa evitare

Durante le feste di Natale, uno tra gli errori più comuni, che commettono tanti proprietari di animali è quello di dargli da mangiare “gli scarti” ricchi, che provengono dalle immense tavolate natalizie. Tuttavia è importante sapere che non tutti gli alimenti buoni per gli esseri umani, possono essere dannosi per i nostri amici a quattro zampe. Il nostro metabolismo e il nostro organismo, sono diversi da quelli degli animali. Durante le feste, anche gli umani eccedono, ma quello che per noi è un eccesso ‘permesso’, per i quattro zampe potrebbe essere letale.

Tuttavia, anche per i nostri animali arriva il Natale ed anche per loro è giusto festeggiare, con dei cibi più ricchi rispetto al solito. Ma ricco non vuol dire dannoso, infatti anche in questo caso il cibo deve essere salutare per il nostro animale da compagnia. Allora ad esempio, polpettine di fegato, arricchite con fiocchi d’avena sarebbero ricchi di proteine oltre che sfiziose. Così, come anche dei gustosi biscottini a base di tacchino macinato e farina di cocco, danno il senso di dolcezza, ma non danneggiano l’apparato digerente del nostro animale. E poi il pesce, molto amato dai gatti, ricco di proteine e piatto prediletto per la Vigilia, ad esempio. A questi però, bisogna aggiungere una lista indispensabile di cibi da evitare. 

Cibi dolci da evitare

Durante il Natale, è solito consumare tra le tavole l’uva. Questo alimento salutare per gli uomini, può essere estremamente tossico per i cani ad esempio, in quanto potrebbe pregiudicare il funzionamento dei loro reni. Un altro alimento estremamente presente tra le tavole, durante le festività natalizie è il cioccolato. In base a questo alimento bisogna sapere che 100 grammi di cioccolato fondente possono essere persino letali per un cane che pesa meno di 15 kg. A questi due alimenti si aggiungono i frutti secchi: noci, nocciole e mandorle, onnipresenti nelle tavolate natalizie, sono difficilmente digeribili per i cani.

Secondi piatti da evitare

Durante la Vigilia di Natale, le tavole si arricchiscono di pesce e frutti di mare. Se il filetto, accuratamente pulito, di salmone, orata o spigola, potrebbe fare molto bene ai nostri animali, lo stesso non vale per il frutti di mare. I molluschi infatti, potrebbero produrre nei cani diarrea, vomito o anche stitichezza. Inoltre, per chi possiede un Dalmata, deve sapere che i frutti di mare, possono provocare la gotta. Maialino o tacchino, amati dagli esseri umani a Natale, possono essere rischiosissimi per gli animali. Il grasso del maiale, così come le ossa, sono pericolosi per i  quattro zampe. Il primo produce vomito e diarrea, le seconde possono provocare lesioni nella bocca o a livello dell’esofago, per le loro ridotte dimensioni. Anche per quanto riguarda la pelle e il grasso di tacchino, vale lo stesso discorso. E anche nel caso del tacchino, le ossa piccole, posso risultare letali, specie per un esemplare di grandi dimensioni che potrebbe inghiottirle intere.

LEGGI ANCHE: IDEE REGALE PER GLI AMICI A QUATTRO ZAMPE: CONSIGLI UTILI PER IL NATALE

 

Commenti

comments