I cani e l’accoppiamento: le cose incredibili che (forse) non sapevate

Vi sono delle cose che non sappiamo forse, sui nostri amici a quattro zampe. Anche i cani, durante l’accoppiamento hanno dei rituali e delle abitudini delle quali gli esseri umani sono spesso a sconoscenza. Per esempio, è piuttosto diffuso che nel periodo del calore, la femmina rifiuti il maschio così come può capitare che anche il maschio non sia pronto per l’accoppiamento. Una cosa ancora più importante da sapere è che nel caso in cui si decida di non farli accoppiare si consiglia di sterilizzare i cani. Soprattutto, quando il nostro amico a pelosetto, è una femmina, poiché altrimenti i tumori alla mammella potrebbero essere più frequenti.

Alcuni consigli importanti riguardano inoltre le fasi dell’accoppiamento. Per esempio è utile sapere che nei cani di piccola taglia e i toy, le femmine vanno in calore per la prima volta intorno ai 6 mesi, mentre i maschi diventano sessualmente maturi a 6-7 mesi. Le cose cambiano leggermente per i cani di taglia grande; in questo caso infatti, la femmina può avere il primo desiderio sessuale, intorno ai 12 o addirittura 15 mesi, mentre il maschio matura prima, già dagli 8 e 9 mesi. Tuttavia, l’accoppiamento nei cani giovani è sconsigliato. La maggior parte degli esemplari nei primi mesi di vita infatti, hanno delle alterazioni sul piano emotivo e comportamentale.

Perché le femmine rifiutano l’accoppiamento

Esistono diverse cause, che possono portare la femmina a rifiutare il maschio. Così come per gli esseri umani, potrebbe semplicemente succedere, che le femmine rifiutino l’accoppiamento perché, il cane maschio non è di suo gradimento. Un altro motivo potrebbe essere, quando ad esempio l’esemplare femmina è troppo viziato. In questo caso, potrebbe succedere, che la femmina, non si faccia dominare dal maschio e di conseguenza rifiuti di accoppiarsi con lui. Nei casi più estremi, la femmina potrebbe anche arrivare a scappare, ad abbaiare e a mordere per allontanare il maschio che a sua volta, di fronte ad una situazione nuova, non saprà proprio come riuscire a dominare la femmina.

Le fasi del calore di una femmina

Nel momento in cui si decide di far accoppiare i nostri cani, dobbiamo sapere che esistono dei tempi precisi in cui i nostri cani desiderano accoppiarsi. Anche se questo, potrebbe essere risaputo, alcuni non sanno che le femmine hanno una media di due calori l’anno, tra i quali passano intervalli di almento 6 mesi. La stessa durata del calore però, può variare in base alla taglia e alla razza del cane. Ad esempio, nelle razze nordiche come gli Husky, si può verificare un solo calore all’anno. Per l’accoppiamento è imporante controllare la regolarità del calore. Il ciclo riproduttivo del calore che dura circa 18-20 giorni, si manifesta attraverso in diverse fasi. L’ovulazione della cagna avviene di norma 1-3 giorni dopo che ha accettato il maschio. La durata dell’ovulazione varia dalle 12 alle 72 ore. in questo arco temporale la femmina è feconda. Ma c’è un accorgimento importante che dobbiamo tenere presente. Per incoraggiare l’accoppiamento e favorirlo, sarebbe buona prassi, presentare il maschio 3 giorni dopo l’inizio del calore e lasciarlo assieme alla femmina per il periodo dell’accettazione.

LEGGI ANCHE: ANIMALI DA COMPAGNIA: COME AMARLI RISPETTANDO LA LORO NATURA

Commenti

comments